Solarino – Arrestato ambulante per scontare pena residua. Lentini e Francofonte: figli che aggrediscono i genitori fermati da carabinieri Reviewed by Momizat on . SOLARINO (SR).    I CARABINIERI ARRESTANO AMBULANTE SU ORDINE DI CARCERAZIONE.  [caption id="attachment_91847" align="alignleft" width="286"] Corrado Blanco[/ca SOLARINO (SR).    I CARABINIERI ARRESTANO AMBULANTE SU ORDINE DI CARCERAZIONE.  [caption id="attachment_91847" align="alignleft" width="286"] Corrado Blanco[/ca Rating: 0
You Are Here: Home » Cronaca » Solarino – Arrestato ambulante per scontare pena residua. Lentini e Francofonte: figli che aggrediscono i genitori fermati da carabinieri

Solarino – Arrestato ambulante per scontare pena residua. Lentini e Francofonte: figli che aggrediscono i genitori fermati da carabinieri

SOLARINO (SR).    I CARABINIERI ARRESTANO AMBULANTE SU ORDINE DI CARCERAZIONE. 

Corrado Blanco

Corrado Blanco

 

Solarino, 20 maggio 2018 - Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Solarino hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa, nei confronti del siracusano  Corrado BLANCO, 45 anni, venditore ambulante e pregiudicato. La stesso, infatti, dovrà espiare un residuo pena di sei mesi, per aver commesso i reati di ingiuria e minaccia nel luglio 2009 a Siracusa.

Il BLANCO, accompagnato presso la Stazione di Solarino, per le incombenze di rito, è stato successivamente condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria di Siracusa. 

LENTINI (SR).   LITI FRA GENITORI E FIGLI: NECESSARIO L’INTERVENTO DEI CARABINIERI.   

 Francofonte, 20 maggio 2018 – Nella serata di sabato, in due comuni della zona Nord della Provincia aretusea, si è reso necessario l’intervento di pattuglie della Compagnia Carabinieri di Augusta, per sedare animati litigi verbali fra genitori e figli, fortunatamente non degenerati grazie al tempestivo intervento dei militari dell’Arma.

In un nucleo familiare residente s Francofonte (SR) risultava provvidenziale l’intervento dei Carabinieri per attenuare le irritazioni di una ragazza che dopo aver bevuto in compagnia di coetanei, rientrava in casa, aggredendo verbalmente ed inspiegabilmente la propria madre.

Analogo il rapporto di parentela ma diverse le cause dell’acceso diverbio scaturito, questa volta a Lentini (SR), tra una madre ed il proprio figlio trentacinquenne. All’origine della lite, l’aggressiva risposta verbale del ragazzo, dettata forse da un forte senso di frustrazione per le obbiettive difficoltà economiche e lavorative che attanagliano diffusamente tutta la nazione, alla richiesta spronatrice fatta dalla mamma per invogliarlo alla ricerca di un qualunque impiego professionale.        

In entrambi i casi, i contendenti venivano saggiamente persuasi dall’opera di convincimento dei militari dell’Arma, che intervenendo tempestivamente nei luoghi interessati, riuscivano a circoscrivere le liti a solo discussioni verbali, evitandone cosi la loro degenerazione in scongiurabili aggressioni fisiche.  

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16707

Leave a Comment


+ cinque = 6

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top