Siracusa/Palazzolo: Tre casi di violenza in famiglia; Arrestato siracusano per ordine di carcerazione; fratello e sorella arrestati per furto di alimentari; Arrerstato mentre rubava 300 kg di limoni. Reviewed by Momizat on . VIOLENZA SULLE DONNE: TRE GRAVISSIMI CASI AFFRONTATI DAI CARABINIERI NELLE ULTIME ORE   Siracusa/Palazzolo, 11 ottobre 2017 - Ancora violenze, ancora violenze d VIOLENZA SULLE DONNE: TRE GRAVISSIMI CASI AFFRONTATI DAI CARABINIERI NELLE ULTIME ORE   Siracusa/Palazzolo, 11 ottobre 2017 - Ancora violenze, ancora violenze d Rating: 0
You Are Here: Home » Cronaca » Siracusa/Palazzolo: Tre casi di violenza in famiglia; Arrestato siracusano per ordine di carcerazione; fratello e sorella arrestati per furto di alimentari; Arrerstato mentre rubava 300 kg di limoni.

Siracusa/Palazzolo: Tre casi di violenza in famiglia; Arrestato siracusano per ordine di carcerazione; fratello e sorella arrestati per furto di alimentari; Arrerstato mentre rubava 300 kg di limoni.

VIOLENZA SULLE DONNE: TRE GRAVISSIMI CASI AFFRONTATI DAI CARABINIERI NELLE ULTIME ORE 

 Siracusa/Palazzolo, 11 ottobre 2017 – Ancora violenze, ancora violenze domestiche, ancora violenze a danno di donne.  Sono tre i casi affrontati dai Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa nelle ultime ore, episodi che dimostrano quanto il fenomeno sia grave e, purtroppo, diffuso. Ad Avola il primo caso. I Carabinieri hanno arrestato, in flagranza di reato, Giuseppe  Scala, 26 anni, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Lo stesso si è reso responsabile di un’aggressione, l’ennesima, ai danni della propria convivente, donna appena ventenne, che veniva colpita ripetutamente in testa con un manico di scopa, presa a calci e morsi, offesa e minacciata di morte. Una parte di aggressione è avvenuta anche davanti alla figlia piccola della coppia.  Il tutto scaturito a seguito di un litigio in quanto sospettata di intrattenere una relazione sentimentale “clandestina”. La donna, per le gravi violenze subite, veniva portata in ospedale dove veniva giudicata guaribile in 25 giorni. L’arrestato è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Siracusa. Il secondo caso si è verificato in Palazzolo Acreide, dove una donna di nazionalità rumena, di anni 30, veniva percossa dal marito davanti ai loro 4 figli minori; l’uomo, quasi 40enne, connazionale della donna, in evidente stato di ebbrezza alcolica, colpiva ripetutamente la moglie “rea” di aver prelevato dalla cassa di famiglia 50 euro per fare la spesa. La donna, che ha raccontato tutto ai Carabinieri subito intervenuti a seguito di chiamata al 112, si presentata con un livido all’occhio e dolorante nella zona del costato. La stessa al momento, non ha inteso sporgere denuncia; la situazione sarà attentamente seguita dall’Arma locale. L’ultimo caso si è verificato in Siracusa-Ortigia, dove una donna siracusana di anni 35 anni, richiedeva l’intervento dei Carabinieri e dei sanitari del Pronto Soccorso, dopo essere stata malmenata dal proprio convivente, 40enne siracusano, a seguito di una banale lite familiare. La stessa veniva colpita alla coscia e veniva giudicata guaribile in alcuni giorni. L’episodio è ancora in trattazione da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia.

Al riguardo il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Siracusa, Col. Luigi Grasso dichiara ”i gravissimi fatti accaduti dimostrano come sia assolutamente necessario intervenire con il massimo impegno, anche attraverso iniziative congiunte, non solo nel campo della polizia giudiziaria in stretta sinergia con l’Autorità Giudiziaria ma anche sensibilizzare l’intera opinione pubblica sul fenomeno ed indurre le vittime a segnalare e denunciare ogni forma di sopruso”

ORTIGIA (SR). I CARABINIERI ESEGUONO UN ORDINE DI CARCERAZIONE ARRESTATO UN SIRACUSANO. 

Marco Manoli

Marco Manoli

Siracusa, 11 ottobre 2017 - Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Ortigia hanno tratto in arresto in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa, Marco Manoli, siracusano, 34 anni, nullafacente e pregiudicato. Il Manoli, infatti,  deve espiare una pena residua di 2 anni, 11 mesi e 27 giorni di reclusione ed il pagamento di euro 680,00 di multa, poiché colpevole dei reati di rapina, estorsione e maltrattamenti contro familiari o conviventi commessi in Siracusa ed esattamente contro i propri genitori, dai primi mesi del 2012 all’ottobre 2016. L’arrestato è stato cosi tradotto presso la  Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa, come disposto dall’autorità giudiziaria competente.

                                                                                           TENTANO IL FURTO IN UN ALIMENTARE: ARRESTATI DAI CARABINIERI 2 SIRACUSANI  

Sebastiano Pacini,

Sebastiano Pacini,

Salvatrice Pacini

Salvatrice Pacini

Siracusa, 11 ottobre 2017 – Nella giornata di ieri i militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Siracusa, durante un servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto per furto aggravato due fratelli siracusani Sebastiano Pacini  26 anni e Salvatrice Pacini Salvatrice di 24 anni  entrambi disoccupati e con precedenti di polizia. Nello specifico i due, dopo essere entrati all’interno del supermercato “Super Spaccio Alimentare” con sede in Siracusa, cercavano di trafugare, nascondendoli all’interno della borsa della Salvatrice Pacini , alcune confezioni di alimenti quali tonno, formaggi e salumi, per un valore di circa 120 euro. I militari dell’Arma, prontamente avvisati anche dal personale dipendente dello stesso supermercato, riuscivano prima a identificarli, poi a controllarli e fermarli. I due fratelli venivano così condotti presso i locali della Compagnia Carabinieri e dopo le incombenze di rito venivano accompagnati presso le proprie abitazioni agli arresti domiciliari, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria competente, mentre la refurtiva veniva riconsegnata completamente ed intatta al proprietario del supermercato.  

CASSIBILE (SR).    CERCA DI RUBARE 3 QUINTALI DI LIMONI ARRESTATO DAI CARABINIERI  

Salvatore Toscano

Salvatore Toscano

I limoni recuperati dai carabinieri

I limoni recuperati dai carabinieri

Siracusa, 11 ottobre 2017 – Nella notte appena trascorsa i Carabinieri della Stazione di Cassibile, impegnati in un servizio di controllo del territorio, sono intervenuti, in un’azienda agricola in Contrada Maeggio, sorprendendo un siracusano  Salvatore Toscano,  di 53 anni, disoccupato, con precedenti di polizia specifici, intento a rubare dei limoni, di qualità piuttosto ricercata e costosa.  Il Toscano, grazie anche alla peculiare conoscenza del territorio dei Carabinieri della Stazione di Cassibile, è stato sorpreso vicino ad una catasta di casse di limoni appena trafugati che stava caricando all’interno del bagagliaio della propria autovettura, per un totale di quasi 3 quintali. L’uomo è sono stato dichiarato in arresto per furto aggravato e sottoposto agli arresti domiciliari, mentre i pregiati agrumi sono stati restituiti al responsabile dell’azienda agricola.  

                                                                                                  

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15231

Leave a Comment


tre × = 21

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top