Siracusa- Su bombe intimidatorie i Carabinieri incontrano le associazioni antiracket; Agli arresti 2 ladri di tabaccherie. Carlentini- Domiciliari per furto di energia. Solarino:Domiciliari per furto in appartamento nel 2014. Reviewed by Momizat on . SIRACUSA.  I CARABINIERI INCONTRANO I RAPPRESENTANTI DELLE ASSOCIAZIONI ANTIRACKET.   [caption id="attachment_86051" align="alignleft" width="300"] Incontro con SIRACUSA.  I CARABINIERI INCONTRANO I RAPPRESENTANTI DELLE ASSOCIAZIONI ANTIRACKET.   [caption id="attachment_86051" align="alignleft" width="300"] Incontro con Rating: 0
You Are Here: Home » Cronaca » Siracusa- Su bombe intimidatorie i Carabinieri incontrano le associazioni antiracket; Agli arresti 2 ladri di tabaccherie. Carlentini- Domiciliari per furto di energia. Solarino:Domiciliari per furto in appartamento nel 2014.

Siracusa- Su bombe intimidatorie i Carabinieri incontrano le associazioni antiracket; Agli arresti 2 ladri di tabaccherie. Carlentini- Domiciliari per furto di energia. Solarino:Domiciliari per furto in appartamento nel 2014.

SIRACUSA.  I CARABINIERI INCONTRANO I RAPPRESENTANTI DELLE ASSOCIAZIONI ANTIRACKET.  

Incontro con le associazioni antiracket

Incontro con le associazioni antiracket

Siracusa, 14 novembre 2017 – Nel pomeriggio di oggi,  presso la sede del Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa, il Comandante Provinciale, Col. Luigi Grasso, unitamente al Ten. Col. Palatini, Comandante del Reparto Operativo e responsabile delle attività di Polizia Giudiziaria dell’Arma nella Provincia, incontrano i Coordinatori Regionale, Provinciale e locale della Federazione delle Associazioni Antiracket ed Antiusura Italiana (F.A.I.).

L’incontro, alla luce degli ultimi eventi delittuosi avvenuti a Siracusa, per i quali si sta indagando,  in stretta sinergia con l’A.G., senza escludere nessuna pista, nemmeno quella estorsiva, servirà per ribadire ulteriormente la comunione di intenti tra l’Arma dei Carabinieri e le associazioni antiracket al fine di porre in essere una strategia d’intervento comune e proporre ulteriori profili di collaborazione con l’Arma.

L’Arma e l’Associazione Antiracket hanno l’obiettivo comune di ridurre al minimo il cosiddetto numero oscuro, ossia il numero di vittime di reato che, per timore di ritorsioni, non sporgono denuncia e preferiscono sottostare ai propri aguzzini; dall’altro, impegnarsi a garantire alle vittime la massima vicinanza nel corso dell’iter processuale, consentendo loro di non sentirsi soli.

 SIRACUSA. I CARABINIERI SGOMINANO BANDA DEDITA AI FURTI AI TABACCAI MEDIANTE TAGLIO DELLA SARACINESCA.

 

Hatim

Hatim

 JpegSiracusa, 14 novembre 2017 - Nel corso della nottata di oggi i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Siracusa, nell’ambito di un apposito servizio mirato alla prevenzione e contrasto dei furti ai danni delle attività commerciali, hanno tratto in arresto in flagranza di reato Mehdi HATIM, 24 anni, disoccupato di origini marocchine con precedenti di polizia specifici e Stefano CHIFITTO, 31 anni, disoccupato siracusano e pregiudicato.

Da tempo infatti, si registravano nel siracusano episodi di furti a danno di esercizi commerciali eseguiti con la stessa tecnica, ossia il taglio orizzontale della saracinesca e l’apertura della stessa bypassando i sistemi antifurto di ritenzione e blocco.  Nella mattinata di ieri inoltre, un tabaccaio di via Brenta aveva segnalato alla centrale operativa dei Carabinieri di Siracusa un tentato furto avvenuto con le stesse modalità, tuttavia i malfattori non riuscendo a completare il taglio o forse interrotti per la presenza di qualcuno, avevano deciso di lasciar perdere.

Ebbene proprio questa notte, i due avevano deciso di tornare sul luogo del tentato furto per completare l’attività delittuosa lasciata a metà il giorno prima, tuttavia sul posto erano presenti i militari dell’Arma che grazie ad uno specifico servizio di osservazio

ne hanno colto sul fatto i malfattori sorprendendo in particolare il Hatim all’interno della Tabaccheria con una grossa busta contenente numerosissimi biglietti gratta e vinci di diverso valore unitario e complessivo di euro 850.00, 1 cacciavite di 30 cm di lunghezza, 3 banconote da euro 20,00, ed il Schifitto al di fuori di essa intento a fare il palo imbracciando un grosso piede di porco.

Dichiarati in stato di arresto in flagranza di reato per furto aggravato in concorso, i due soggetti sono stati condotti presso i locali della Compagnia Carabinieri per le incombenze di rito ed infine sottoposti al regime degli arresti domiciliari così come disposto dall’Autorità Giudiziaria di Siracusa. Ulteriori indagini sono in corso, nella considerazione che in passato sono stati rinvenuti diversi biglietti gratta e vinci in occasione dei servizi antidegrado effettuati nei luoghi frequentati dai senza tetto.

CARLENTINI (SR). MANOMETTONO  I CONTATORI ELETTRONICI DELLE LORO    ABITAZIONI, ALLACCIANDO L’IMPIANTO ELETTRICO DIRETTAMENTE ALLA RETE PUBBLICA:

TRE PERSONE ARRESTATE DAI CARABINIERI.     

Salvatore Buremi

Salvatore Buremi

Carlentini, 14 novembre 2017 -  Nell’ambito dei predisposti servizi finalizzati alla prevenzione di reati vari contro il patrimonio, pianificati dalla Compagnia Carabinieri di Augusta,  i militari della Stazione CC di Carlentini, nel corso della giornata di ieri,  traevano in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato di energia elettrica,  Salvatore BUREMI, 27 anni, in atto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, C.E., 56 anni e  F.G., 43 anni, tutti residenti a Carlentini. Nella fattispecie, i militari dell’Arma, coadiuvati da personale tecnico della società E-Distribuzione, a seguito di mirati controlli effettuati  presso le abitazioni degli arrestati, tra l’altro ubicate in uno stesso stabile ma in piani differenti, accertavano che i proprietari  avevano  manomesso i loro  contatori elettronici, allacciando l’impianto elettrico dei  propri appartamenti  direttamente alla rete pubblica, arrecando di fatto un ingente danno alla società erogatrice del servizio. Nella circostanza i misuratori elettronici venivano  sottoposti a sequestro penale per essere messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Siracusa che disponeva per i tre soggetti,  la immediata remissione in libertà non ricorrendo la necessità dell’applicazione di misure coercitive nei loro confronti.

VILLASMUNDO (SR). RUBA UN’AUTOVETTURA PARCHEGGIATA NELLE IMMEDIATE VICINANZE DELLA STAZIONE CC DI VILLASMUNDO: ARRESTATO DAI MILITARI DELL’ARMA.

 Villasmundo, 14 novembre 2017 - Erano da poco trascorse le ore 6 del mattino quando una donna residente nella frazione di Villasmundo  segnalava alla locale Stazione Carabinieri  il furto della sua autovettura Fiat 500. I militari della Stazione Carabinieri di Villasmundo, impegnati in un servizio di controllo del territorio finalizzato alla repressione dei reati contro il patrimonio, pianificato dalla Compagnia CC di Augusta, sulla scorta delle informazioni ricevute in merito a luogo dell’avvenuto furto nonché a targa e modello dell’autovettura asportata, fin da subito hanno ipotizzato che con molta probabilità  da una visione delle  immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza  poste a sicurezza proprio dello stabile adibito alla locale Caserma Carabinieri, si sarebbero potuti avere favorevoli riscontri in merito all’individuazione dell’autore, giacché, l’autovettura al momento del furto  era parcheggiata nei pressi della Caserma. La perspicacia investigativa degli operanti veniva subito confermata   dalla visione delle immagini che permettevano ai militari di riconoscere inconfutabilmente nel Davide D’ANGELO, 44 anni,  l’autore del furto. Si avviavano  le ricerche che terminavano dopo pochi minuti allorquando veniva intercettata  l’autovettura in una via della frazione con il D’Angelo che, dopo un tentativo di fuga a piedi per le vie del paese, prontamente bloccata dai militari, veniva tratto in arresto in flagranza di reato per furto aggravato. Sono in corso indagini finalizzate ad accertare eventuali correlazioni dell’arrestato con i recentissimi episodi di furto di autovetture avvenuti in Villasmundo. Il D’Angelo espletate  le prescritte formalità di rito veniva sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione mentre alla vittima, sorpresa dalla tempestività operativa  mostrata dai militari, veniva restituita l’autovettura.

SOLARINO. ESEGUITO DAI CARABINIERI UN ORDINE DI CARCERAZIONE A CARICO DI UN 35ENNE SIRACUSANO RESPONSABILE DI TENTATO FURTO AGGRAVATO

Solarino, 14 novembre 2017 –  Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Solarino hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Siracusa nei confronti di Santo Carrubba , 35 anni, siracusano disoccupato e pregiudicato.  Il Carrubba dovrà scontare una pena detentiva di mesi 3 e 28 giorni di reclusione poiché lo stesso si è reso responsabile di un tentato furto in abitazione commesso a Sortino in data 28 gennaio 2014. Nell’occasione il Carrubba era stato sorpreso dai Carabinieri di Sortino e poi rintracciato poco dopo a Solarino, dove aveva tentato di fuggire, con la refurtiva in macchina. L’arrestato condotto presso gli uffici della Stazione Carabinieri di Solarino è stato poi sottoposto al regime degli arresti domiciliari così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

 

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15441

Leave a Comment


8 − quattro =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top