Siracusa – SOS SULLA PILLIRINA CHE TORNA A RISCHIO RESORT-ELEMATA. APPELLO AMBIENTALISTA:”LA REGIONE ISTITUISCA LA RISERVA” Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_57840" align="alignleft" width="300"] Don Rosario Lo Bello[/caption] (Gregorio Valvo)Siracusa, 1 febbraio 2014 -  Riprende l'attività an [caption id="attachment_57840" align="alignleft" width="300"] Don Rosario Lo Bello[/caption] (Gregorio Valvo)Siracusa, 1 febbraio 2014 -  Riprende l'attività an Rating: 0
You Are Here: Home » Ambiente » Siracusa – SOS SULLA PILLIRINA CHE TORNA A RISCHIO RESORT-ELEMATA. APPELLO AMBIENTALISTA:”LA REGIONE ISTITUISCA LA RISERVA”

Siracusa – SOS SULLA PILLIRINA CHE TORNA A RISCHIO RESORT-ELEMATA. APPELLO AMBIENTALISTA:”LA REGIONE ISTITUISCA LA RISERVA”

Don Rosario Lo Bello

Don Rosario Lo Bello

(Gregorio Valvo)Siracusa, 1 febbraio 2014 -  Riprende l’attività anti-resort-Elemata dell’associazione SOS Siracusa protesa a proteggere ad oltranza il territorio di contrada Pillirina. Secondo gli ambientalisti che da anni lottano contro il progetto del marchese De Gresy, quel resort non si deve costruire anche se “ecologicamente compatibile”, e l’unica cosa che potrebbe impedirlo è l’istituzione della riserva naturale orientata di Penisola della Maddalena. Era stata annunciata come cosa certa diversi mesi addietro, in diversi incontri e “tavoli del lavoro” l’assessorato regionale al Territorio e Ambiente, si esprimevano a favore della trasformazione in riserva, anche del territorio, dove l’Elemata srl ha progettato un villaggio turistico di lusso. Elemata aveva chiesto alla regione di volere esaminare la richiesta senza considerare “gli estremismi ambientalisti”. Chiedeva che una parte molto ridotta di quel grande territorio costiero potesse essere lasciato fuori dalla perimetrazione dell’istituenda riserva. Confindustria e Camera di Commercio  si vedevano a fianco di quella richiesta ritenuta “sensata e a favore dello sviluppo e dell’occupazione”. L’assessore regionale Mariella Lo Bello decideva di prendere tempo per esaminare a fondo le proposte accompagnate  dalle immaginabili pressanti richieste  che le giungevano dalla parti in causa. La nuova “uscita” di SOS Siracusa appare oltremodo dura nei confronti dell’assessore Lo Bello, e questo potrebbe fornire la chiave di lettura che il progetto dell’Elemata potrebbe aver trovato una buona accoglienza alla Regione. Ed ecco che la lotta si riaccende con un comunicato stampa dai toni perentori che sicuramente è stato scritto dal pasionario  don Rosario Lo Bello strenuo difensore della Pillirina e leader di SOS Siracusa.

SILENZIO INQUIETANTE SULLA RISERVA DELLA “PILLIRINA”  PROGETTO NUOVO, METODI VECCHISSIMI. L’ASSESSORE REG. AL TERRITORIO E AMBIENTE  ISTITUISCA SUBITO LA RISERVA

 (CS) Siracusa, 1 febbraio 2014 – Ancora nessuna novità dall’Assessore Regionale al Territorio e all’Ambiente  Mariella Lo Bello che continua a ignorare la richiesta, rivoltale dai cittadini e dalle associazioni, di completare l’iter istitutivo della Riserva Naturale Orientata “Capo Murro di Porco e Penisola della Maddalena” in una delle ultime zone di particolare bellezza e pregio paesaggistico rimaste a Siracusa.

Abbiamo denunciato in passato la crescente pressione esercitata dal cosiddetto “Tavolo del Lavoro” e dai proprietari delle aree della “Pillirina” sugli organi che hanno la competenza per l’istituzione della Riserva, allo scopo di consentire l’edificazione di una grande struttura turistica.

Da mesi un silenzio inquietante è calato sulla vicenda e sul destino della riserva della “Pillirina”, da ultimo rotto dalle indiscrezioni giornalistiche sulla presentazione di un nuovo progetto riguardante la realizzazione del resort, “rimodulato” rispetto a quello originario.

Ci chiediamo cosa ci si debba aspettare da un assessore che “decide” di non decidere, s’inventa improbabili “tavoli tecnici” e blocca il regolare iter amministrativo, e da un altro assessore regionale, la siracusana Maria Rita Sgarlata  che, dopo avere costruito la sua credibilità politica sulla tutela del paesaggio, continua a “nicchiare” e a non esprimere una posizione netta su progetti che circolano, più o meno segretamente, nelle stanze della Soprintendenza, del Comune. Si vuole “ritagliare” la riserva (in particolare l’area di pre-riserva) ad uso e consumo degli interessi dei proprietari dei terreni? O forse si vuole fare decadere il vincolo biennale di tutela, già rinnovato lo scorso luglio e non più prorogabile?

Allo stato l’unica cosa certa (gravissima) è che si continua a seguire un percorso del tutto irrituale che mina il regolare corso della procedura istitutiva della Riserva:. il progetto sarà pure nuovo ma il sistema con cui si vuole imporre alla città è vecchio come il “cucco” e degno della peggiore politica.

L’Assessore Regionale Territorio e Ambiente rispetti quanto prescritto dalla legge regionale in materia di parchi e riserve (legge n. 98/81) e convochi con celerità il Consiglio Regionale per la Protezione del Patrimonio Naturale perché si esprima sulle osservazioni alla proposta di riserva naturale e sulla integrazione del Piano Regionale Parchi e Riserve Naturali, necessaria per includervi l’area naturale protetta in oggetto, quindi trasmetta gli atti alla IV Commissione dell’ARS e dopo averne acquisito il parere, emetta il  decreto assessoriale di modifica del Piano. Infine istituisca la riserva che tutti i cittadini aspettano da anni. Abbandoni percorsi extra istituzionali e guardi esclusivamente agli aspetti e alle caratteristiche ambientali paesaggistiche e di tutela di biodiversità dell’area in questione.

SOS Siracusa e le singole associazione che la compongono, nel richiamare gli enti competenti al rigoroso rispetto delle procedure istituzionali, chiede a tutti i deputati regionali e nazionali, al sindaco e agli assessori di esprimere pubblicamente ciò che pensano a riguardo. 

SOS Siracusa dichiara di essere pronta a una nuova mobilitazione per la salvaguardia della “Pillirina” collegata a un modello di sviluppo che sia realmente sostenibile, rispettoso delle risorse del territorio e propositivo anche in termini di nuove possibilità di lavoro.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16806

Leave a Comment


+ 4 = cinque

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top