Siracusa – Sindacati del settore trasporti si confrontano nel salone di Confindustria: “lavoratori sempre più ricattati”. Reviewed by Momizat on .   [caption id="attachment_90882" align="alignleft" width="300"] Il Convegno sui trasporti[/caption] [caption id="attachment_90883" align="alignleft" width=   [caption id="attachment_90882" align="alignleft" width="300"] Il Convegno sui trasporti[/caption] [caption id="attachment_90883" align="alignleft" width= Rating: 0
You Are Here: Home » SOCIETA' » Siracusa – Sindacati del settore trasporti si confrontano nel salone di Confindustria: “lavoratori sempre più ricattati”.

Siracusa – Sindacati del settore trasporti si confrontano nel salone di Confindustria: “lavoratori sempre più ricattati”.

 

Il Convegno sui trasporti

Il Convegno sui trasporti

La segretaria Nazione Guidi

La segretaria Nazionale Filt Cgil Giulia Guidi

 

(CS) Siracusa, 13 aprile 2018 - Trasporti merci e logistica, sicurezza e legalità nel settore dei trasporti. Su questo tema si sono incentrati i lavori di un convegno organizzato da Cgil, Cisl e Uil di categoria, ospitato nel salone “Gianformaggio” di Confindustria Siracusa. Dopo un breve saluto di Alessandro Valenti (Fit Cisl) ha preso parola Silvio Balsamo(Uiltrasporti) che ha moderato i lavori. Il via è stato dalla relazione di Vera Uccello, segretario Filt Cgil. <<Il lavoro nel settore del trasporto merci e della logistica è sempre più precario e i lavoratori sono sempre più ricattati e costretti a subire pesanti condizionamenti e pressioni da parte delle aziende; un comparto in cui le irregolarità, le illegittimità contrattuali e il ricatto lavorativo sono ormai la regola. Ed è questo sistema da scardinare>>. Piena condivisione da parte del presidente di Confindustria Siracusa, Diego Bivona: <<Tra i nostri principi fondanti c’è quello di perseguire e garantire la libertà di impresa, combattendo la concorrenza sleale, soprattutto laddove si mette a repentaglio la salute dei lavoratori o peggio è frutto della criminalità organizzata. 

Difatti il Codice Etico, cui tutte le aziende associate in Confindustria sottoscrivono e sono Impegnate a rispettare, richiama il rispetto della legalità, nella sua massima espressione; Codice Etico che periodicamente, insieme alle stesse aziende, è rivisitato per renderlo eventualmente più attuale e confacente a nuove più stringenti esigenze>>. Concetto di legalità ratificato dal capo di gabinetto della Prefettura, Giuseppa Spampinato: <<Esiste per molti comparti produttivi una white list a cui le aziende possono attingere per l’assegnazione degli appalti, perché non crearne una per il settore dei trasporti in modo di porre le basi per un sistema virtuoso. Per quanto riguarda la legalità, in Prefettura c’è l’Osservatorio sulla sicurezza  stradale la cui attività si può estendere a ogni attività di prevenzione e accertamento per far sì che le norme, esistenti, vengano rispettate>>. L’eco immediata è stata quella del comandante provinciale della polizia stradale, Antonio Capodicasa: <<Le norme ci sono ma non tutte sono applicabili, come ad esempio la sanzione disciplinare per le imprese che violano contratti o sicurezza con turn over o con contraffazione del cronotachigrafo. L’art. 603 bis contro lo sfruttamento del lavoro pare fatto proprio per il trasporto su gomma. Un fenomeno di cui Siracusa non è esente>>. Andrea Annunziata, presidente dell’Autorità portuale, ha esteso il raggio alle grandi opportunità che rappresenta il porto di Augusta in termini di trasporto merci: <<Anche secondo la commissione europea l’area portuale megarese è strategica e pertanto la Zes rappresenta il futuro se le aziende hanno ben chiaro che sicurezza e legalità non sono semplici questioni morali ma principi da applicare con rigore>>. Al convegno ha preso parte in capo di gabinetto dell’assessorato regionale alle Infrastrutture e Trasporti Vincenzo Marchingiglio (in sostituzione dell’assessore Falcone trattenuto da altri impegni):<<Partiamo da un principio: se mancano le infrastrutture, ogni altro tema resta al palo.  Oggi ci sono 300 milioni di euro, fondi comunitari che rischiamo di perdere per mancanza di progetti esecutivi. Non solo le Provincie, ma anche molti Comuni nonostante i solleciti, non presentano alcunché>>. Il segretario della Cgil siracusana, Roberto Alosi, ha puntato i riflettori <<sul giusto equilibrio che occorre trovare tra la libertà d’impresa (citata da Bivona), una corretta programmazione industriale che porti sviluppo e occupazione, nonché un cambio radicale nel sistema degli appalti, con la responsabilità sociale perché non è più possibile derogare sui temi sicurezza e legalità>>. Pippo Gianninoto, di Cna Siracusa: <<Noi riteniamo che il vero fulcro sia l’intermodalità che ancora annaspa. Se non riusciamo a mettere in rete ferrovie, porto e gommato, ovviamente con l’adeguamento delle infrastrutture, non andiamo da nessuna parte>>.

Stefano Munafò, segretario Uil Siracusa e Ragusa, ha ricordato <<che senza un adeguato sistema di trasporto non si può parlare di sviluppo e quindi di nuova occupazione e ripresa>>, mentre il segretario della Filt Cgil Sicilia, Franco Spanò ha puntato il dito contro <<la Regione, rea di troppa burocrazia, di troppa lentezza. In Sicilia ancora siamo al punto di parlare di cabina di regia delle Zes, mentre nella vicina Calabria, dove se n’è parlato da tempo, ora sono nella fase operativa. La Regione pertanto deve azzerare questo gap e imparare a agire con rapidità>>.

La conclusione del convegno è spettato a Giulia Guida, segretario Filt Cgil nazionale: <<Dev’essere tutto un sistema virtuoso quello da mettere in campo, specie per sradicare il sistema di illegalità diffuso in questo settore non solo nel Sud ma in tutto il Paese. E ritengo che occorra partire dal cambio del sistema degli appalti non solo per eliminare la concorrenza scorretta, ma anche per evitare che il lavoro subisca ulteriori penalizzazioni e soprattutto le condizioni di lavoro, che si violino i contratti o che si disattenda la sicurezza>>.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16707

Leave a Comment


× nove = 18

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top