Siracusa: Rapina al Bar con chiave inglese. Noto: Polizia incontra giovani al capo scuola di protezione civile. Reviewed by Momizat on . SIRACUSA – LA POLIZIA INTERVIENE PER UNA RAPINA    Siracusa, 8 agosto 2017 - Alle ore 7,10 di questa mattina, agenti della Polizia di Stato, in servizio alle Vo SIRACUSA – LA POLIZIA INTERVIENE PER UNA RAPINA    Siracusa, 8 agosto 2017 - Alle ore 7,10 di questa mattina, agenti della Polizia di Stato, in servizio alle Vo Rating: 0
You Are Here: Home » Cronaca1 » Siracusa: Rapina al Bar con chiave inglese. Noto: Polizia incontra giovani al capo scuola di protezione civile.

Siracusa: Rapina al Bar con chiave inglese. Noto: Polizia incontra giovani al capo scuola di protezione civile.

SIRACUSA – LA POLIZIA INTERVIENE PER UNA RAPINA 

  polizia-auto-1Siracusa, 8 agosto 2017 – Alle ore 7,10 di questa mattina, agenti della Polizia di Stato, in servizio alle Volanti della Questura di Siracusa sono intervenuti in un Bar di corso Umberto I ove, poco prima, un uomo armato di una grossa chiave inglese, si faceva consegnare il denaro contenuto nelle casse in corso di quantificazione. Indagini in corso.  

 NOTO – LA POLIZIA INCONTRA I GIOVANI DEL CAMPO SCUOLA DELLA PROTEZIONE CIVILE  

Noto, 8 agosto 2017 - Il Dipartimento della Protezione Civile, nel quadro dei rapporti di collaborazione interistituzionale avviati con il Dipartimento della Pubblica Sicurezza nell’ambito del progetto “campi-scuola estivi”, volti a promuovere tra i giovani la conoscenza della protezione civile e dei valori della cittadinanza attiva, ha chiesto alla Polizia di Stato di organizzare degli incontri per affrontare tematiche di interesse per gli adolescenti.

Anche la Questura di Siracusa è stata coinvolta in questa iniziativa e, tal proposito, il Dirigente del Commissariato di P.S. di Noto, Dr. Paolo Arena, ha incontrato ieri i giovani volontari del campo scuola protezione civile in contrada Testa dell’Acqua, per spiegare i rischi del Web connessi alla pedopornografia on line e all’adescamento di minori soffermandosi, altresì, sul malessere giovanile e le dipendenze.

L’estrema confidenza che i giovani hanno col Web li conduce talvolta a valicare i confini della prudenza e, cavalcando la loro naturale curiosità,  a entrare in contatto con soggetti che, sotto mentite spoglie, li inducono a parlare di sesso, a condividere immagini pedopornografiche, cadendo nell’inganno. Il Dirigente, al termine dell’incontro, ha dato agli attenti volontari alcuni consigli utili: non fornire mai informazioni personali agli sconosciuti sul web, non accettare mai di incontrarsi personalmente con loro, non inviare foto o video, non entrare in siti a pagamento. Rivolgendosi ai genitori degli stessi, infine, ha raccomandato di controllare i propri figli, non lasciandoli da soli quando entrano nella rete, controllare la cronologia dei siti web da loro visitati, mettendo il pc in una stanza centrale della casa, utilizzando software di protezione. Tramite il web chiunque può assumere false identità e la formazione/informazione è l’unica arma vincente per le nuove generazioni.

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15599

Leave a Comment


uno + = 3

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top