Siracusa – Paolo Reale interviene sugli arresti degli attentatori del sindaco legati ai posteggi abusivi Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_91822" align="alignleft" width="300"] Paolo Ezechia Reale[/caption]   (CS)Siracusa, 19 maggio 2018 - «Da pochi giorni avevo rivolto un i [caption id="attachment_91822" align="alignleft" width="300"] Paolo Ezechia Reale[/caption]   (CS)Siracusa, 19 maggio 2018 - «Da pochi giorni avevo rivolto un i Rating: 0
You Are Here: Home » Comunicati stampa » Siracusa – Paolo Reale interviene sugli arresti degli attentatori del sindaco legati ai posteggi abusivi

Siracusa – Paolo Reale interviene sugli arresti degli attentatori del sindaco legati ai posteggi abusivi

Paolo Ezechia Reale

Paolo Ezechia Reale

  (CS)Siracusa, 19 maggio 2018 - «Da pochi giorni avevo rivolto un invito alle istituzioni preposte affinché alzassero la guardia su una serie di intimidazioni che si erano verificate in città a partire dalla scorsa estate e che davano il senso del pericolo al quale la città è esposta. Apprendo, quindi, con soddisfazione che recenti indagini hanno portato all’individuazione ed all’arresto degli autori dell’odioso attentato incendiario subito dal sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo al quale rinnovo la mia solidarietà».

Lo dichiara Ezechia Paolo Reale, candidato sindaco di Siracusa, il quale aggiunge: «Vedo con sgomento e preoccupazione che si tratterebbe, fermo restando il rispetto del principio della presunzione di innocenza che nella mia cultura accompagna ogni indagine giudiziaria, di soggetti legati al mondo del parcheggio abusivo. Nel ricordare come Progetto Siracusa sia stata, attraverso l’azione del proprio consigliere del quartiere Neapolis Emiliano Bordone, la prima formazione politica a sollevare con forza il tema della necessità di una reazione contro tale illegale fenomeno, mi amareggia personalmente come, ancora una volta, il disagio economico e sociale si sia trasformato in inaccettabile violenza. Continuo a credere che, se non vogliamo che Siracusa divenga ostaggio di criminali, alla fermissima ed intransigente condanna di qualsiasi forma di violenza e di illegalità devono essere al più presto aggiunte speranze ed azioni concrete che consentano a fasce sociali sempre più disperate e lontane dalla comunità di non essere trascinate da un sempre più ampio circuito illegale e di essere recuperate alle regole della società».

Ezechia Paolo Reale conclude: «Serve al più presto un meccanismo di inclusione sociale nel mondo del lavoro con il quale si dia respiro ad un numero sempre maggiore di soggetti poveri e deboli che delle attività illegali sono rimasti prigionieri. 

Ascoltare il disagio, respingere con fermezza la risposta violenta ed illegale, ed offrire i giusti e corretti percorsi di dignità sociale è l’enorme compito che si troverà davanti il nuovo sindaco».

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16653

Leave a Comment


× 2 = quattordici

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top