Siracusa.Ondate di calore:Operativo il piano emergenza dell’ASP Reviewed by Momizat on . (CS)Siracusa, 5 luglio 2018  - Anche quest’anno, con l’avvento della stagione estiva, l’Asp di Siracusa ha predisposto un piano operativo locale per fronteggiar (CS)Siracusa, 5 luglio 2018  - Anche quest’anno, con l’avvento della stagione estiva, l’Asp di Siracusa ha predisposto un piano operativo locale per fronteggiar Rating: 0
You Are Here: Home » Articoli in evidenza » Siracusa.Ondate di calore:Operativo il piano emergenza dell’ASP

Siracusa.Ondate di calore:Operativo il piano emergenza dell’ASP

caldo2(CS)Siracusa, 5 luglio 2018  – Anche quest’anno, con l’avvento della stagione estiva, l’Asp di Siracusa ha predisposto un piano operativo locale per fronteggiare l’emergenza ondate di calore, secondo le indicazioni e le linee guida ministeriali e assessoriali, che pone soprattutto particolare attenzione ai cittadini cosiddetti fragili quali bambini, anziani e disabili. Il direttore generale facente funzioni dell’Asp di Siracusa Anselmo Madeddu ha affidato il coordinamento delle attività per l’emergenza climatica al responsabile dell’Unità operativa Educazione alla salute Alfonso Nicita che opererà coadiuvato da Enza D’Antoni della medesima Unità operativa.

 

Il Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed Osservatorio epidemiologico dell’Assessorato regionale della Salute ha predisposto delle linee guida regionali per la prevenzione degli effetti nocivi delle ondate di calore allo scopo di fornire informazioni utili sugli interventi da attivare in condizioni di rischio di questo tipo e su di esse vengono tracciati i Piani operativi locali. Nelle linee guida sono sintetizzate le conoscenze attualmente disponibili sui principali danni alla salute associati all’esposizione al caldo, sulle condizioni che aumentano il rischio della popolazione esposta e sugli interventi che possono ridurre l’impatto nocivo sulla salute delle ondate di calore.

 

“L’ondata di calore – spiega il direttore generale facente funzioni Anselmo Madeddu -  rappresenta una vera e propria emergenza che richiede un sistema di gestione multidisciplinare, alla cui base stanno i sistemi di allarme adottati dal Dipartimento della Protezione civile in grado di prevedere sino a 72 ore di anticipo, utilizzando le previsioni metereologiche per ogni città, il verificarsi di condizioni ambientali a rischio per la salute dei cittadini. Il Piano operativo aziendale per le emergenze climatiche estive è il documento di indirizzo per le iniziative dei singoli Distretti sanitari, degli ospedali, delle strutture di emergenza e di tutte le unità operative aziendali coinvolte nella problematica assieme alle Amministrazioni comunali, ai medici di medicina generale, Protezione civile locale e associazioni di volontariato nei confronti dei quali rivolgo i più sentiti ringraziamenti, certo che il senso di responsabilità e la buona organizzazione, già manifestati in analoghe situazioni nelle stagioni estive passate, ci permetterà di tutelare al meglio la salute della popolazione”.

 

Il Piano operativo nazionale identifica l’anagrafe della fragilità come punto di partenza per orientare gli interventi di prevenzione e assistenza. In Sicilia la fase di avvio e messa a punto della anagrafe dei suscettibili per l’intera regione è stata curata dal DASOE dell’Assessorato regionale della Salute il quale ha provveduto a trasmettere alle Aziende sanitarie provinciali la lista dei suscettibili relativa alla popolazione anziana residente nel territorio di competenza delle Asp con l’indicazione per ogni soggetto del medico di medicina generale.

 

Nel Piano operativo locale, compito dell’Unità operativa P.T.E. diretta da Gioacchina Caruso, è stabilire le linee guida dell’intervento clinico di emergenza e predisporre quanto di competenza nei vari livelli di allarme.

 

In sede distrettuale, in collaborazione con la Protezione civile locale, le Amministrazioni comunali e le associazioni di volontariato saranno prese opportune iniziative mirate a prevenire e a monitorare eventuali danni gravi a causa delle anomale condizioni climatiche legate alla stagione estiva.

 

Compito del referente del Piano locale è valutare i diversi tipi di allarme e disporre, unitamente alla direzione sanitaria aziendale, la rete di comunicazione che garantisca la diffusione del livello di rischio ai direttori dei presidi ospedalieri, ai direttori dei Distretti Sanitari, delle strutture di emergenza, a tutto il personale medico e paramedico. Il referente si avvale di tutte le strutture coinvolte nell’emergenza, valuta l’informazione fornita alla popolazione e si avvale delle organizzazioni di volontariato e di Protezione civile per costituire punti di soccorso in caso di emergenze ondate di calore.

 

I direttori dei Distretti sanitari garantiscono gli interventi sul territorio avvalendosi dell’assistenza domiciliare integrata, del servizio sociale, dei volontari, in rapporto costante con i medici di medicina generale. In relazione agli elenchi dei pazienti fragili e alla diretta conoscenza dei propri assistiti, i medici di famiglia sono in grado di valutare quali di essi possono essere considerati a rischio elevato per effetto delle ondate di calore, sia in relazione alle patologie sia in relazione alle eventuali condizioni di esclusione sociale e di isolamento.

 

I direttori sanitari dei presidi ospedalieri rappresentano il braccio operativo delle attività ospedaliere che consistono essenzialmente nel garantire il coordinamento intraospedaliero e nella individuazione e nella riserva di posti letto di ricoveri straordinari in caso di emergenza climatica.

 

Anche quest’anno l’Asp di Siracusa ha avviato una campagna informativa verso la popolazione con la distribuzione di opuscoli informativi e manifesti nonché con interventi di formazione rivolti agli operatori delle case di riposo per anziani. L’opuscolo “Per un sole sicuro” è rivolto ad enti e associazioni che trattano anziani o persone fragili, con invito agli operatori a suggerirne la lettura e l’uso anche ai familiari dei pazienti. L’opuscolo “Un sole per amico” è invece dedicato ai Centri sociali per anziani, agli ambulatori dell’Asp e ai Consultori familiari con l’invito a suggerirne l’uso ai pazienti fragili.

 

Il Piano operativo e il materiale informativo sono consultabili nel sito internet aziendale all’indirizzo www.asp.sr.it pubblicati nella home page per una più immediata e facile consultazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16707

Leave a Comment


3 − = due

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top