Siracusa non #Diventerà Bellissima: mancano estetisti e cosmetici. Gli ottimisti dovrebbero limitarsi a parlare di “buona sconfitta”. Reviewed by Momizat on .   [caption id="attachment_85867" align="alignleft" width="300"] Siracusa non #diventerà bellissima. Per colpa di chi? Nel riquadro Nello Musumeci con Paolo Cava   [caption id="attachment_85867" align="alignleft" width="300"] Siracusa non #diventerà bellissima. Per colpa di chi? Nel riquadro Nello Musumeci con Paolo Cava Rating: 0
You Are Here: Home » Articoli in evidenza » Siracusa non #Diventerà Bellissima: mancano estetisti e cosmetici. Gli ottimisti dovrebbero limitarsi a parlare di “buona sconfitta”.

Siracusa non #Diventerà Bellissima: mancano estetisti e cosmetici. Gli ottimisti dovrebbero limitarsi a parlare di “buona sconfitta”.

 

Siracusa non #diventerà bellissima. Per colpa di chi?

Siracusa non #diventerà bellissima. Per colpa di chi? Nel riquadro Nello Musumeci con Paolo Cavallaro

(CS)Siracusa, 8 novembre 2017 Pubblichiamo il comunicato della lista denominata “Alleanza per la Sicilia -Musumeci presidente – FdI e Noi con Salvini”. Non ci sentiamo di condividere l’ottimismo  espresso nel suo contenuto. L’affermazione più contestabile potrebbe essere quella che  “la lista ha ottenuto un buon 4,5 % “. Sarebbe come dire che  dopo avere consultato la schedina del totocalcio il giocatore   esprimesse felicità  per avere fatto un… bel 12. Insomma,  se uno gioca  pensiamo lo faccia per  vincere e non per fare un bel risultato. Una lista che si presenta sotto le ali del  candidato designato presidente Nello Musumeci, sostenuta da personaggi di primo piano politico della città di Siracusa aveva l’obbligo di …fare di più. Chi ha messo la faccia e lo sforzo nel far votare i candidati di FdI e Noi con Salvini,  avrebbe fatto meglio a fare autocritica magari spiegando gli eventuali errori commessi.  Non avere centrato l’obiettivo,  la lista  #quasi bellissima  – anche se nessuno lo rileva –  ha  fortemente contribuito a fare scattare il secondo seggio siracusano al M5S. E’ questo un  risultato di cui andare fieri? Quanto impegno è stato profuso in campagna elettorale dai rappresentanti aretusei di  Musumeci dovrebbe essere l’elemento maggiore da osservare. Forse  quello che di solito mettono in campo le liste civiche che hanno la finalità di  eleggere un consigliere comunale.  In maniera onesta si dovrebbe che non è bella figura  quella fatta dal candidato che si considerava vicino al seggio in Ars, visto che ha ottenuto appena 1132 voti. Come non annotare che  il consigliere comunale di Siracusa eletto, di solito, prende più consensi alle amministrative, ossia in una  competizione  difficile dove i voti diventano ricercate rarità. Accontentarsi di quel che si ottiene senza raggiungere l’obiettivo non è regola  che vale in politica. Cosa dovrebbe dire allora uno come Enzo Vinciullo  che non è stato riconfermato parlamentare  pur superando  il suo avversario interno  definito “carro armato” e portando la sua lista oltre  il 9 per cento? Il non riconfermato potrà sempre giustificarsi dicendo io ho vinto, sono in altre province che hanno perso non superando lo sbarramento.  Se i cespugli della destra siracusana continueranno a  pensare da alberi senza averne le radici, non arriveranno da nessuna parte e non saranno funzionali alla vittoria annunciata del centrodestra. La lista costruita  a misura dell’avvocato Cavallaro  aveva l’obbligo, morale e politico, di superare lo  sbarramento del 5%,  per potersi presentare alla corte di Musumeci e pretendere qualcosa. “Diggiamolo” pure: nessuno per quella lista, battezzata da Musumeci,  ha ritenuto di fare investimenti in cosmetici per farla diventare bellissima. Chi ci legge ricorderà che avevamo annunciato  il non successo per la lista che si voleva fare  bellissima. L’esperienza, e non la sfera magica,  ci aveva indotto a scrivere in quel  senso. Personalità con vantata esperienza  Paolo Cavallaro ne aveva tante a disposizione,  per primo il padre, poi  Granata e Visentin e altri ancora. Cosa non ha funzionato?  Avevamo deciso di stendere un velo sulla vicenda, però, non abbiamo potuto tacere alla presenza del comunicato.            

 

 

Diventerà Bellissima, Paolo Cavallaro: “Eravamo in pochi a credere in Musumeci presidente. Ora l’impegno continua con maggiore determinazione”

(CS)Siracusa, 8 novembre 2017 – “Eravamo in pochi a credere nella sua vittoria alcuni anni fa quando con Fabio Granata, Roberto Visentin e tanti altri amici iniziammo l’esperienza di Diventerà  Bellissima a Siracusa: Nello Musumeci ha conquistato la fiducia dei votanti e sarà  il Presidente di tutti i siciliani”. Questo il commento dell’esponente provinciale di Diventerà  Bellissima, Paolo Cavallaro, dopo il successo elettorale alla presidenza della Regione di Nello Musumeci. “Con lui – ha proseguito Cavallaro – si vedrà  la buona politica, quella competente e fatta di azioni concrete. Riavvicineremo la gente alla politica, perché ha vinto la speranza sulla rassegnazione, il sorriso sulla tristezza, l’esperienza e la competenza sull’improvvisazione. Lo ringrazio per avermi fatto partecipe di questa straordinaria battaglia di rigenerazione della Sicilia. Ringrazio tutti gli elettori del sostegno e della fiducia. L’impegno continua con maggiore determinazione e con maggiore entusiasmo”. Cavallaro è risultato il più votato nella lista Musumeci presidente – FdI e Noi con Salvini, che conteneva la desistenza con #diventeràbellissima. Lista che ha ottenuto un buon 4,5%, con picchi del 13,5 a Noto e oltre il 5,2 nel capoluogo aretuseo.

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15441

Leave a Comment


+ 6 = dieci

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top