Siracusa – Le donne di Progetto Siracusa litigano sulle teorie gender. La coordinatrice Perricone chiarisce le sue dimissioni. Reviewed by Momizat on .   [caption id="attachment_77288" align="alignleft" width="300"] Carmen Perricone e Salvo Sorbello[/caption] (*CS)Siracusa, 14 aprile 2017 - Sarebbe proprio il c   [caption id="attachment_77288" align="alignleft" width="300"] Carmen Perricone e Salvo Sorbello[/caption] (*CS)Siracusa, 14 aprile 2017 - Sarebbe proprio il c Rating: 0
You Are Here: Home » Politica1 » Siracusa – Le donne di Progetto Siracusa litigano sulle teorie gender. La coordinatrice Perricone chiarisce le sue dimissioni.

Siracusa – Le donne di Progetto Siracusa litigano sulle teorie gender. La coordinatrice Perricone chiarisce le sue dimissioni.

 

Carmen Perricone e Salvo Sorbello

Carmen Perricone e Salvo Sorbello

(*CS)Siracusa, 14 aprile 2017 - Sarebbe proprio il caso che il movimento Progetto Siracusa  spiegasse cosa  succede al suo interno e le dimissioni della coordinatrice cittadina Carmen Perricone. Dalle note  stringate ( tipo Facebook) che si ricevono risulta chiaro solamente che la coordinatrice è stata dimessa e non si è dimessa volontariamente dalla carica. S’intravvede anche il motivo  di fondo delle divergenze esplose nel Progetto politico fondato dell’avvocato Paolo Ezechia Reale: La questione Gender e l’adesione alla raccolta di firme in atto a Siracusa che vorrebbe escludere i movimenti che promuovono l’educazione alla diversità nelle scuole siracusane. Ci aspettiamo chiarimenti sulla vicenda che ormai coinvolge direttamente il movimento  rappresentato in consiglio comunale (ormai) dal solo Salvo Sorbello, che notoriamente cattolico, praticante e osservante, non è affatto in linea con i movimenti Lgbt e Arci Gay e neanche  con l’amministrazione attiva di Siracusa che li supporta nello sforzo di …educare alla diversità.  E poi, per dirla volgarmente tutta, se un piccolo  movimento civico non riesce a contenere le derive polemiche di piccolo cabotaggio, lascia perplessi gli osservatori che pensano di potere ottenere soluzioni di sostanziale natura a favore della cittadinanza. 

 I COMUNICATI DELLE INTERESSATE AL PROGETTO SIRACUSA

(*CS)Siracusa, 14 aprile 2017 – Ringraziamo Carmen Perricone per l’impegno profuso nel coordinamento cittadino di Progetto Siracusa. Le sue dimissioni anticipano di solo un mese la scadenza naturale dell’incarico, in attesa dell’ordinario rinnovo delle cariche già fissato per fine maggio. Comprendiamo che Carmen, volendo investire molto del suo impegno su temi etici, quali il contrasto alla teoria gender,  abbia sentito l’esigenza di lasciare una carica rappresentativa in un movimento nel quale su tali temi le idee sono plurali ed in maggioranza non coincidenti con le sue ma ci auguriamo che, con il tempo, comprenda che la diversità di vedute non è, in un movimento politico,  sintomo di chiusura, ma al contrario, naturale ricchezza e vogliamo credere che continuerà nel suo impegno per una città migliore.

*Il Presidente di Progetto Siracusa, Lucia Catalano. 

(*CS)Siracusa, 14 aprile 2017 - Fa piacere che almeno le dimissioni del coordinatore del suo movimento abbiano fatto uscire dal suo guscio dorato la Presidente fantasma di Progetto Siracusa. Dimissioni che non erano affatto previste per maggio in quanto non si era arrivati neppure ad un anno di mandato. A meno che non si volesse fare turnare l’intero Direttivo, il che forse è cosa buona e giusta.

Il coordinatore cittadino si muove in piena autonomia, una volta concordate le direttive con il portavoce e con l’unico consigliere rimasto in carica al Vermexio. Il coordinatore di un movimento non è certo un balocco o un pupo siciliano. In merito alla questione Gender, si fa poi presente che autorevole firmatario della petizione contro il gender nelle scuole è stato proprio l’avvocato Ezechia Paolo Reale. Respingo pertanto le accuse farlocche alla mittente, chiedendo di archiviare sterili ed inutili polemiche che continuano, paradossalmente, anche dopo le mie dimissioni, polemiche che hanno caratterizzato la vita all’interno del movimento, e non solo in materia di gender, impedendone di fatto la prosecuzione. Concentriamo piuttosto le energie positive per le prossime scadenze elettorali. Per chi queste energie possiede e sa mettere in campo, certamente.
*Dottoressa Carmen Perricone 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 14861

Leave a Comment


− sei = 3

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top