SIRACUSA – LA SFIDA AI SINDACI RIBELLI DI SAI8: “NOI ABBIAMO VINTO TUTTE LE CAUSE, PIEGATEVI!” Reviewed by Momizat on . (gregorio valvo)Siracusa, 22 settembre 2012 – Il giorno dopo la protesta dei sindaci che non vogliono consegnare gli impianti idrici al gestore Sai8, si registr (gregorio valvo)Siracusa, 22 settembre 2012 – Il giorno dopo la protesta dei sindaci che non vogliono consegnare gli impianti idrici al gestore Sai8, si registr Rating:
You Are Here: Home » EDITORIALE » SIRACUSA – LA SFIDA AI SINDACI RIBELLI DI SAI8: “NOI ABBIAMO VINTO TUTTE LE CAUSE, PIEGATEVI!”

SIRACUSA – LA SFIDA AI SINDACI RIBELLI DI SAI8: “NOI ABBIAMO VINTO TUTTE LE CAUSE, PIEGATEVI!”

(gregorio valvo)Siracusa, 22 settembre 2012 – Il giorno dopo la protesta dei sindaci che non vogliono consegnare gli impianti idrici al gestore Sai8, si registra solamente un comunicato della stessa società, infarcito di qualche pennellata di spocchia che mira a sminuire l’azione dei “ribelli”. Più o meno come i Borbonici consideravano gli italiani nel Risorgimento sapendo di possedere maggiori fucili e più efficiente organizzazione. Com’è finita allora non sappiamo, e non sappiamo neanche come finirà la vicenda in corso. L’unica certezza sembra abitare in contrada Canalicchio dove i “Borbonici” di Sai 8 caricano i loro cannoni con la carta bollata e organizzano i prossimi attacchi legali. Nel comunicato la Sai 8  “minaccia” di tenere “affisso” al suo sito per fare conoscere a tutti la verità dove si può leggere delle grandi vittorie riportate dai loro  avvocati  in tutte le sedi giudiziarie. Restano pochi ricorsi da battere ma sarà presto fatto perchè “ Gott mit uns”. Sai 8 fa notare quanto hanno sprecato i comuni ribelli in parcelle di avvocati nel tentativo di resistenza e dicono che questi costi i comuni li caricano sui cittadini. Ed è vero. Però Sai 8 si guarda bene dal dire  quanto sono costate le parcelle dei loro avvocati (più bravi) e chi pagherà quelle parcelle. Manco a dirlo – e non viene detto – le parcelle dei vincitori che prima o poi qualcuno tirerà fuori per trasparenza, andranno sulle bollette idriche, sotto quale voce però lo dovranno stabilire i contabili interni alla società spaccatutto, che riesce solamente a vivere di conflittualità a tutto campo. Ogni scelta di sai 8 è una dichiarazione di sfida: “il referendum non c’entra perchè non c’è la legge”. “La cauzione irregolare, non ha nessuna rilevanza”. Insomma, la magistratura è con noi    sembra voler dire Sai8 e chi vuole un guanto sbattuto in faccia venga avanti.

 

(CS)Siracusa, 21 settembre’12 – Mantenendo una corretta comunicazione con tutti gli utenti, Sai8 S.p.A. intende fornire alcune rettifiche in riferimento alle dichiarazioni avvenute nei giorni scorsi sulla stampa locale. L’ing. Salvatore Torrisi, Co-Amministratore Delegato di Sai8, ribadisce con fermezza che la Società si trova in una posizione di assoluta legalità e correttezza nell’esecuzione del contratto siglato. Infatti, la validità di quest’ultimo e la regolarità della fideiussione non sono in discussione. Tant’è che, con sentenza n.19/2012 del CGA, anche la magistratura ha stabilito l’efficacia del contratto in essere tra il Consorzio ATO e Sai8 S.p.A., in qualità di Gestore del Servizio Idrico Integrato.La regolarità e la validità della posizione della Società viene inoltre ribadita da tutti i giudizi pronunciati in favore di Sai8 da TAR, CGA e dal giudice ordinario che hanno respinto i numerosi ricorsi promossi dai comuni ad oggi ancora inadempienti rispetto la legge. Difatti, tra il 18 luglio ed il 19 settembre 2012 sono state rigettate dal TAR di Catania 9 domande cautelari da parte di 9 comuni inottemperanti, e sempre  il 5 settembre, sono stati quattro, gli appelli rigettati dal CGARS.  Inoltre, i ricorsi proposti nel 2011 al TAR di Catania da 10 Comuni per l’annullamento dei decreti di nomina del Commissario straordinario ATO e dei diversi Commissari ad acta, si sono conclusi con altrettante sentenze brevi, che hanno accolto le richieste dei Comuni esclusivamente per incompetenza  formale degli organi regionali che avevano disposto le nomine. Sai8, di conseguenza, aveva proposto appello al CGA avverso le misure cautelari, nelle more concesse  dal TAR di Catania nei giudizi suddetti, poi dichiarati improcedibili per sopravvenuta carenza di interesse, essendo intervenuta la pronuncia nel merito del TAR a favore di Sai8 stessa. A seguito delle nuove nomine del Commissario straordinario e dei Commissari ad acta, sono stati proposti nel corso del 2012 altri 9 giudizi innanzi al TAR di Catania, le cui richieste cautelari sono state tutte rigettate. Di queste, 4 delle ordinanze del TAR di Catania sono state proposte in appello al CGA dai Comuni e anch’esse tutte rigettate. Da quanto sopra riportato la posizione dei comuni inadempienti appare chiaramente strumentale e priva di ogni fondamento di legge. Ed ancora  Sai8 si chiede se i cittadini di detti comuni siano a conoscenza del fatto che i  costi delle innumerevoli cause e dei ricorsi continuamente intentati dai sindaci inadempienti, si riflettono pesantemente sui bilanci comunali e quindi, di conseguenza su di loro attraverso la fiscalità generale. Sai8 ed anche enti pubblici come la Regione Siciliana ed il Consorzio Ato, che rappresenta i comuni stessi, tendono solo ad una corretta applicazione della legge. Infine, il Gestore del Servizio Idrico Integrato vuole rammentare che il contratto per la gestione del SII è stato firmato ben prima del referendum che spesso viene demagogicamente menzionato dai sindaci. Non essendo peraltro ancora stata emanata nessuna legge al riguardo, occorre chiedersi se la stessa potrà avere effetto retroattivo sui contratti già siglati ed, in tal caso, chi dovrà sopportare i costi di tale decisione. Sai8 si augura che quanto sopra rappresentato possa finalmente fare chiarezza sulla situazione attuale ed invita gli amministratori pubblici che tanto fermamente si stanno opponendo all’applicazione di una legge vigente a non travisare la realtà ed a fornire una corretta informazione alla propria cittadinanza che non contemperi ulteriori travisazioni della realtà.

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16804

Leave a Comment


6 + uno =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl


Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top