Siracusa – Il segretario Provinciale sull’ennesima sconfitta del PD. Lo Giudice: Le segreterie del partito sono scadute da tempo. Commento. Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_89647" align="alignleft" width="300"] Il segretario regionale On. Raciti e il-segretario provinciale Lo-Giudice...scaduti.[/caption]  (G [caption id="attachment_89647" align="alignleft" width="300"] Il segretario regionale On. Raciti e il-segretario provinciale Lo-Giudice...scaduti.[/caption]  (G Rating: 0
You Are Here: Home » EDITORIALE » Siracusa – Il segretario Provinciale sull’ennesima sconfitta del PD. Lo Giudice: Le segreterie del partito sono scadute da tempo. Commento.

Siracusa – Il segretario Provinciale sull’ennesima sconfitta del PD. Lo Giudice: Le segreterie del partito sono scadute da tempo. Commento.

Il segretario regionale On. Raciti e il-segretario provinciale Lo-Giudice...scaduti.

Il segretario regionale On. Raciti e il-segretario provinciale Lo-Giudice…scaduti.

 (Greg Valvo)Siracusa, 6 marzo 2018  – Ancora una volta Alessio Lo Giudice, segretario provinciale del PD siracusano,  si trova costretto ad emettere un comunicato dove si prende atto di una sonora sconfitta elettorale. Il Pd ha fatto 12 in provincia, e probabilmente a Lo giudice non resta che sperare  che la prossima tornata elettorale non riservi un numero inferiore, magari ad una sola cifra. I presupposti ci sono tutti, anche se nel PD  sembra essere diventato un obbligo fingere di pensare in negativo. Il segretario del PD stavolta non nasconde il suo disagio nel parlate di “netta sconfitta” e delle responsabilità da attribuire alla classe dirigente del suo partito.   Per il professor Lo Giudice il PD aretuseo ” dovrà avviare questa riflessione a tutti i livelli, ripristinando soprattutto il valore degli organismi territoriali troppe volte ignorati”. Chissà di cosa o di chi parla?  Nel comunicato il segretario di quel partito che fu, riferisce quel che suona come novità politica di rilievo, ossia che ” In Sicilia, i mandati del segretario regionale e dei segretari provinciali sono politicamente conclusi, poiché erano stati prorogati dalla segreteria nazionale in vista delle elezioni regionali e nazionali. Di conseguenza si aprirà subito un confronto politico. Occorrerà certamente rinnovare tutti i ruoli ma, soprattutto, bisognerà riflettere seriamente sul nostro modello di Partito, di impegno e di militanza politica”. In sostanza si potrebbe tradurre la frase come della quasi dimissioni da segretario provinciale, considerata la scadenza del suo mandato. Lo Giudice certamente pretenderà di voler condurre il partito fino alla nomina congressuale del suo successore. Fatto che appare incontestabile, fino ad un certo punto, perchè qualcuno potrebbe pensare diversamente su come preparare e affrontare la nuova prossima fase congressuale del PD siracusano, con figure di garanzia non coincidenti con quella scaduta. Per il segretario Lo Giudice è iniziata la riflessione su come affrontare il futuro. Un cattedratico giovane come lui, impegnato come docente 6 giorni su 7  lontano da Siracusa, come potrebbe fare a gestire una fase congressuale che impegna 7 giorni su 7  coloro che saranno chiamati alla partecipazione (preparazione) attiva?    

IL COMUNICATO POST SCONFITTA DEL SEGRETARIO PROVINCIALE DEL PD 

(*CS)Siracusa, 6 marzo 2018  - Alle recenti elezioni politiche la sconfitta del Partito Democratico e degli altri Partiti di centrosinistra è stata quanto mai netta. I risultati elettorali vanno innanzitutto rispettati, ma bisogna anche tentare di comprenderli. È indubbia la responsabilità collettiva della nostra classe dirigente ed è altrettanto indubbia una crisi profonda, non solo italiana, della prospettiva politica di centrosinistra.

            L’orizzonte stesso della sinistra, dell’ideale che rappresenta, a prescindere dalle sue diverse declinazioni, non è in sintonia con i bisogni, i desideri e i valori dei cittadini. Sono inoltre mutati i rapporti di produzione e la possibilità stessa dello Stato sociale su cui la sinistra europea si è sempre fondata. O forse, più semplicemente, non riusciamo più a catturare, con le nostre categorie e i nostri linguaggi, il senso del nostro tempo, il suo significato e la sua direzione.  Per tutte queste ragioni, è necessaria una riflessione che giunga alle radici della questione sociale di oggi, e che metta in discussione l’assetto dei soggetti politici di centrosinistra. Il PD dovrà avviare questa riflessione a tutti i livelli, ripristinando soprattutto il valore degli organismi territoriali troppe volte ignorati. In Sicilia, i mandati del segretario regionale e dei segretari provinciali sono politicamente conclusi, poiché erano stati prorogati dalla segreteria nazionale in vista delle elezioni regionali e nazionali. Di conseguenza si aprirà subito un confronto politico. Occorrerà certamente rinnovare tutti i ruoli ma, soprattutto, bisognerà riflettere seriamente sul nostro modello di Partito, di impegno e di militanza politica.

            In ogni caso, neanche in occasione di questa campagna elettorale è mancato l’impegno del PD e dei suoi candidati. Ringrazio Sofia Amoddio, Alessandra Furnari e Giovanni Giuca per l’impegno e la passione che li hanno guidati. Restano certamente risorse preziose della nostra famiglia politica. Mi congratulo con Fausto Raciti per la sua elezione a Deputato nazionale. So già che svolgerà il suo mandato al meglio garantendo il massimo impegno per favorire le istanze sociali e la crescita economica e culturale del nostro territorio.   

*Alessio Lo Giudice Segretario Provinciale PD Siracusa

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16806

Leave a Comment


+ sei = 11

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top