Siracusa – Il segretario Alessio Lo Giudice addossa a Crocetta la sconfitta del PD e di Micari. Reviewed by Momizat on .     [caption id="attachment_85835" align="alignleft" width="300"] Alessio Lo Giudice segretario Provinciale del PD[/caption] (Gregorio Valvo) Siracusa, 7 n     [caption id="attachment_85835" align="alignleft" width="300"] Alessio Lo Giudice segretario Provinciale del PD[/caption] (Gregorio Valvo) Siracusa, 7 n Rating: 0
You Are Here: Home » Politica1 » Siracusa – Il segretario Alessio Lo Giudice addossa a Crocetta la sconfitta del PD e di Micari.

Siracusa – Il segretario Alessio Lo Giudice addossa a Crocetta la sconfitta del PD e di Micari.

 

 

Alessio Lo Giudice segretario Provinciale del PD

Alessio Lo Giudice segretario Provinciale del PD

(Gregorio Valvo) Siracusa, 7 novembre 2017 – Il segretario provinciale del PD farebbe bene a cambiare registro ammettendo, di tanto in tanto, che il suo partito da qualche hanno fa acqua da qualunque parte si osservi. Alessio Lo Giudice, si trova spesso a celebrare funerali elettorali dove il de cuius è proprio il suo partito. Al massimo parla di qualche ferita causata accidentalmente, come se fosse partito un colpo per sbaglio all’arma d’ordinanza. Abbaiare alla luna non serve mai agli esseri senzienti, specialmente in tempi di social media, e di gente pronta a sbranare pezzi di politica che hanno nomi e cognomi. E’ tutta colpa di Rosario Crocetta e le sue malefatte come capo del governo regionale se i siciliani hanno portato il PD sotto la soglia del 20 per cento, ancora meno della metà di quel 40 per cento che si festeggiava, tra renziani, dopo le passate non lontane europee.

Fa sorridere l’ammissione di chi addebita la propria sconfitta sempre allo stesso capro espiatorio. Quando i siciliani si infiammavano contro il falso rivoluzionario Crocetta, perchè nessuno del PD lo ha mollato al suo destino, ma, contro ogni logica si mettevano sotto le sue ali passando di governo in governo, di assessore in assessore, fingendo di non vedere e non sentire le grida dei siciliani e gli avvertimenti saggi di chi li circondava amichevolmente? Il principio adottato da chi oggi piange la sconfitta è sempre stato quello di non lasciare il posto di privilegio, il potere e lo stipendio ottimo e abbondante. Al solo parlare di sfiducia per Crocetta il PD rispondeva scendendo in campo a spada tratta in sua difesa. Oggi, solo oggi, si scopre che Crocetta ha devastato la Sicilia (senza assessori regionali, o dirigenti del PD, ma da solo ndr) senza che nessuno notasse qualcosa d’insolito. Segretario Lo Giudice, la smetta con le banalità e una volta tanto avanzi una giusta attenta analisi di una delle tante sconfitte che hanno colpito il suo partito. Sarebbe considerato come un segretario di partito che parla il linguaggio della gente, e non quello della politica strabica. Queste cose le lasci fare a Renzi, che dalle stelle dei consensi è finito per fare collezioni di improperi e fischi. Usi il dito per indicare i colpevoli delle sconfitte annunciate e i comunicati per dire le cose serie che la gente comune si aspetta di sentire. E se deve mettere fuori dal partito gli iscritti o i dirigenti che hanno sbagliato violando lo statuto del PD abbia il coraggio di assumere i provvedimenti previsti secondo le norme che regolano la convivenza interna all’organizzazione politica che rappresenta.

IL COMUNICATO DEL SEGRETARIO PROVINCIALE DEL PD

(CS) Siracusa, 7 novembre 2017 – risultati complessivi delle elezioni regionali siciliane portano amarezza insieme a motivi di riflessione, per due ragioni. La prima è rappresentata dal dato dell’affluenza. Quando più della metà degli elettori disertano le urne vuol dire che le istituzioni politiche e sociali non sono in grado di coinvolgere i cittadini nella pratica democratica. Il danno è incalcolabile per tutti. La seconda riguarda la sconfitta del centrosinistra. Non siamo stati, evidentemente, in grado di rappresentare al meglio la qualità della proposta politica incarnata da Fabrizio Micari, dissociandola dal giudizio critico sull’esperienza Crocetta. Del resto, sul risultato incidono anche fattori piuttosto evidenti, dalla compattezza del centrodestra (diviso nel 2012), all’incomprensibile scelta di MDP e soci di presentare un progetto politico minoritario e velleitario, funzionale alla vittoria della destra.

Al Presidente Musumeci auguro buon lavoro, auspicando che il ceto politico di cui si circonda, discutibile e di vecchio stampo, si dimostri meno influente di quanto noi tutti, a ben vedere, temiamo.

Sul piano provinciale, pur alla luce del quadro regionale certamente negativo, il Partito Democratico (con 19446 voti, corrispondenti al 13%) ha confermato il risultato delle elezioni regionali del 2012 (in cui aveva ottenuto 19603 voti). La tenuta del PD si registra nonostante la scissione di inizio 2017 e malgrado alcuni dirigenti del PD abbiano apertamente appoggiato un candidato della lista di un altro Partito, così violando il nostro Statuto nazionale che prevede l’obbligo per gli iscritti di sostenere lealmente ed esclusivamente i candidati presenti nelle liste del PD.

Anche per queste ragioni desidero ringraziare tutti i militanti, i dirigenti e gli amministratori del PD che hanno sostenuto con impegno i nostri candidati in un contesto difficile. E naturalmente ringrazio i candidati. Grazie a Ester Galioto e Flora Incontro per la loro disponibilità. Grazie a Paolo Amenta per il suo impegno serio e di qualità che certamente rappresenterà un valore aggiunto per il nostro Partito. Grazie a Bruno Marziano, tra i fondatori del PD, costante riferimento in tutti questi anni in cui ci ha con competenza rappresentato all’ARS e, da ultimo, nella Giunta Regionale. La sua esperienza e la sua determinazione saranno, così come in passato, risorse preziose per tutti noi. Grazie a Giovanni Cafeo, a cui vanno anche i miei complimenti per la brillante elezione, insieme all’augurio di interpretare al meglio l’importante ruolo affidatogli dagli elettori, agendo quale deputato di tutto il PD nell’interesse della comunità provinciale siracusana.

Il PD della provincia di Siracusa è una comunità tenace e piena di valori positivi. Anche in una situazione generale complessa e negativa, questi valori sono emersi. Dobbiamo continuare a liberare energie e a sbloccare con sempre maggiore impegno il potenziale della nostra comunità.

*Alessio Lo Giudice Segretario Provinciale PD Siracusa

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15441

Leave a Comment


quattro + 5 =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top