Siracusa -Il PD ferma l’attacco (per quanto?) al segretario Lo Giudice per riflettere sugli appuntamenti elettorali e i posti in lista. Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_86807" align="alignleft" width="300"] Alcuni aspiranti al Parlamento[/caption]     (GV)Siracusa, 4 dicembre 2017 -  Qualcuno comincia ad [caption id="attachment_86807" align="alignleft" width="300"] Alcuni aspiranti al Parlamento[/caption]     (GV)Siracusa, 4 dicembre 2017 -  Qualcuno comincia ad Rating: 0
You Are Here: Home » Articoli in evidenza » Siracusa -Il PD ferma l’attacco (per quanto?) al segretario Lo Giudice per riflettere sugli appuntamenti elettorali e i posti in lista.

Siracusa -Il PD ferma l’attacco (per quanto?) al segretario Lo Giudice per riflettere sugli appuntamenti elettorali e i posti in lista.

Alcuni  aspiranti al Parlamento

Alcuni aspiranti al Parlamento

 

  (GV)Siracusa, 4 dicembre 2017 –  Qualcuno comincia ad accorgersi che i manovratori del PD siracusani si sono fermati per una pausa dedicata alla riflessione. La battaglia che doveva portare alle dimissioni il segretario provinciale, sostenuta dai garozziani, dai dem e dagli orlandiani, sostanzialmente è cessata in attesa di novità provenienti da Parlermo. In quella sede l’area rappresentata da Faraone e da Lupo ha tentato una sortita per mettere in discussione la segreteria regione costruita da fausto Raciti. Tentativo fallito anche per l’intervento del segretario nazionale del PD.  La parola d’ordine sembra essere diventata “smettiamola di farci del male e pensiamo alle prossime elezioni.”  A Siracusa si comincia a parlare delle prossime candidature alla Camera e sono diversi, in testa i trombati alle regionali, a sperare di entrare, in qualche modo, nel novero di coloro che possono ottenere un posto in lista. Sotto tale aspetto nel PD nessuno ha certezze da vantare, ad eccezione dell’on. Sofia Amoddio che, secondo voci ben informate, godrebbe di ottime coperture romane, essendo molto vicina al capogruppo Rosato. Insomma, chi mirava a sfasciare l’attuale assetto provinciale del PD, avrebbe pensato di rimandare a tempi migliori l’assalto al segretario Lo Giudice, accusato di “pretendere” anch’egli un posto “privilegiato” in lista e pertanto da ridimensionare nelle aspettative. Anche le amministrative che coinvolgono il comune capoluogo sono ritenute evento di rilevante importanza. Anche se ancora nessuno ha lanciato la proposta di organizzare le primarie per la candidatura a sindaco della città per il PD. Una candidatura che sembra una missione impossibile per chiunque abbia avuto a che spartire con il sindaco in carica e la sua amministrazione. La cattiva amministrazione del Vermexio è stata ampiamente riconosciuta da tutte le aree del Pd, eccezion fatta dei Dem dell’Amoddio. Difficile che qualcuno del Pd decida di scendere in campo per sostituire Garozzo, che probabilmente si dimetterà 7 giorni prima dell’inizio della campagna elettorale nazionale  ( come prevede la recentissima nuova legge che abolisce il termine dei 6 mesi prima ), perché attratto dal fascino romano. Discussione ancora non aperta sulle elezioni per il rinnovo delle Province abolite dallo sfascista Crocetta senza avere reso nessun beneficio alla collettività. Musumeci ha fatto sapere che, in coerenza con quanto sostenuto negli anni scorsi all’Ars, ripristinerà le istituzioni provinciale, sostanzialmente come prima. Il centrodestra siracusano sembra essere ben lungi dal ricercare l’unità che potrebbe trasformarlo in alternativa al centrosinistra che in realtà a Siracusa non esiste più neanche nelle intenzioni di quei partiti che sono diventati alternativa del partito di Garozzo. 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15610

Leave a Comment


8 + otto =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top