Siracusa- Il Dottor Roberto Varsalona chiamato dall’Arnas nell’equipe ortopedica di Palermo. Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_19290" align="alignleft" width="300"] Operazione in equipe[/caption] [caption id="attachment_19289" align="alignright" width="300"] Il D [caption id="attachment_19290" align="alignleft" width="300"] Operazione in equipe[/caption] [caption id="attachment_19289" align="alignright" width="300"] Il D Rating:
You Are Here: Home » Comunicati stampa » Siracusa- Il Dottor Roberto Varsalona chiamato dall’Arnas nell’equipe ortopedica di Palermo.

Siracusa- Il Dottor Roberto Varsalona chiamato dall’Arnas nell’equipe ortopedica di Palermo.

Operazione in equipe

Il Dott.ROBERTO VARSALONA

DELICATO INTERVENTO CHIRURGICO SU FRATTURE ACETABOLARI

 

(CS)Siracusa, 16 maggio 2013 -Il direttore dell’Unità operativa complessa di Ortopedia e Traumatologia del presidio ospedaliero Umberto I di Siracusa Roberto Varsalona, esperto nella stabilizzazione di fratture complesse di bacino, è stato chiamato dall’Arnas di Palermo ad assistere l’equipe ortopedica del Civico per un delicato intervento chirurgico su un ragazzo di 24 anni ricoverato in Rianimazione con fratture complesse scomposte delle due colonne del bacino. A darne notizia è il commissario straordinario dell’Asp di Siracusa Mario Zappia il quale, nell’esprimere compiacimento per le alte professionalità di cui si avvale la sanità siracusana, sottolinea come “queste forme di collaborazione e di interscambio tra le Aziende sanitarie siciliane di validi esperti professionisti presenti nel territorio rappresentino una sicurezza per i pazienti e sono da considerare tra quelle pratiche di buona sanità di prossimità meritevoli di segnalazione sul piano dell’efficienza e della qualità delle cure. Scambio e condivisione di servizi e risorse umane altamente qualificate l’interno della regione – sottolinea – sono un’esigenza decisiva per far crescere la qualità del nostro sistema sanitario”. “Le fratture di bacino – spiega Roberto Varsalona – costituiscono un problema complesso che spesso richiede, per un trattamento corretto, le competenze di diverse figure specialistiche. Il trattamento delle fratture del bacino ha posto per anni seri problemi per il traumatologo, legati essenzialmente sia alla difficile identificazione e classificazione di queste lesioni, sia alle gravi complicanze ed alla notevole percentuale di cattivi risultati a distanza. La progressiva evoluzione e conoscenza dell’anatomia e della biomeccanica del bacino ed i progressi ottenuti nel campo della diagnostica per immagini hanno aperto nuovi orizzonti nella comprensione e nel trattamento di tali fratture, consentendo un consistente miglioramento dei risultati a lungo termine. Le fratture dell’acetabolo sono lesioni complesse e gli attuali orientamenti propongono per il loro trattamento il ricovero presso centri di eccellenza con chirurghi esperti in questo specifico campo”. Roberto Varsalona da anni si occupa del trattamento di queste specifiche lesioni scheletriche. Inoltre, in qualità di esperto e di tutor offre la propria consulenza sia a livello regionale sia a livello nazionale e internazionale attraverso l’assistenza in sala operatoria o durante corsi o master avanzati.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16806

Leave a Comment


due × = 14

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top