Siracusa – Dopo i russi, nel polo industriale entrano gli algerini. Esso annuncia la cessione della raffineria e i depositi di Augusta. Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_91577" align="alignleft" width="300"] Stabilimento Esso Augusta[/caption]   (LN7)Siracusa, 9 maggio 2018 - La raffineria Esso di Augusta [caption id="attachment_91577" align="alignleft" width="300"] Stabilimento Esso Augusta[/caption]   (LN7)Siracusa, 9 maggio 2018 - La raffineria Esso di Augusta Rating: 0
You Are Here: Home » Ambiente » Siracusa – Dopo i russi, nel polo industriale entrano gli algerini. Esso annuncia la cessione della raffineria e i depositi di Augusta.

Siracusa – Dopo i russi, nel polo industriale entrano gli algerini. Esso annuncia la cessione della raffineria e i depositi di Augusta.

Stabilimento Esso Augusta

Stabilimento Esso Augusta

  (LN7)Siracusa, 9 maggio 2018 - La raffineria Esso di Augusta, che dal dopoguerra opera nel polo petrolchimico Siracusano passa la mano e vene all’Algeria il ramo d’azienda  allocato in territorio  megarese.  L’Assemblea dei Soci della Esso Italiana ha approvato infatti la sottoscrizione di un accordo con la compagnia petrolifera di Stato algerina Sonatrach per la cessione del ramo d’azienda costituito dalla raffineria di Augusta, dai depositi carburante di Augusta, Palermo e Napoli e relativi oleodotti. Il contratto di impiego di circa 660 dipendenti della Esso Italiana sarà trasferito all’acquirente.
    “La decisione è frutto di un’approfondita e attenta valutazione” ha dichiarato Gianni Murano, Presidente e Amministratore Delegato della Esso Italiana. “Il nostro impegno in Italia, dove operiamo da oltre 125 anni, non viene affatto meno”. La cessione è prevista entro la fine del 2018. Advisor della società algerina era Societe’ Generale. I sindacati chiedono di poter capire se l’operazione comporterà rischi occupazionali, come molti sospettano.

ECCO IL COMUNICATO STAMPA EMESSO DALLA ESSO: La Esso Italiana ha raggiunto un accordo con SONATRACH per la cessione della raffineria di Augusta e dei depositi associati

• SONATRACH rileverà la raffineria di Augusta e tre depositi carburante ad Augusta, Palermo e Napoli

• La Esso Italiana e le società del Gruppo ExxonMobil continueranno ad essere presenti nel mercato italiano anche grazie ad accordi pluriennali per la fornitura di prodotti petroliferi

• SONATRACH si impegna a mantenere la continuità gestionale ed operativa dei siti  

(CS)Roma, 9 maggio, 2018– L’Assemblea dei Soci della Esso Italiana ha approvato la sottoscrizione di un accordo con la compagnia petrolifera di Stato algerina SONATRACH per la cessione del ramo d’azienda costituito dalla raffineria di Augusta, dai depositi carburante di Augusta, Palermo e Napoli e relativi oleodotti.

“La decisione è frutto di un’approfondita e attenta valutazione” ha dichiarato Gianni Murano, Presidente e Amministratore Delegato della Esso Italiana. “Il nostro impegno in Italia, dove operiamo da oltre 125 anni, non viene affatto meno. La Esso Italiana e le società del Gruppo continueranno a servire il mercato e i propri clienti”.

La Esso Italiana e le società del Gruppo ExxonMobil sottoscriveranno con SONATRACH anche contratti pluriennali di natura commerciale e tecnologica relativi alla fornitura di prodotti petroliferi, ad attività operative e di sviluppo e all’utilizzo dei depositi carburante di Augusta, Palermo e Napoli.

L’accordo non ha riflessi sulle stazioni di servizio a marchio Esso, sui clienti, distributors e grossisti carburanti e lubrificanti, né su altre attività del Gruppo ExxonMobil in Italia.

“SONATRACH è estremamente orgogliosa di effettuare in Italia, in particolare ad Augusta, il suo primo investimento internazionale nel settore della raffinazione”, ha affermato Abdelmoumen Ould Kaddour, Chairman e CEO di SONATRACH. “Ci impegniamo a mantenere i livelli occupazionali, la continuità gestionale, l’eccellenza operativa e gli elevati standard in materia di salute, sicurezza e ambiente. Il nostro obiettivo è una presenza di lungo termine, nell’ottica della sicurezza e dell’impegno per un dialogo costruttivo con la forza lavoro, le autorità e le comunità”.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16561

Leave a Comment


2 − = uno

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top