Siracusa – L’on. Zappulla e la consigliera Princiotta chiederanno il sequestro delle somme elargite dal Comune ai gestori irregolari degli asili nido. Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_78668" align="alignleft" width="300"] Simona Princiotta e Pippo Zappulla[/caption]     (GV)Siracusa, 18 maggio 2017 - Intervengono sugli [caption id="attachment_78668" align="alignleft" width="300"] Simona Princiotta e Pippo Zappulla[/caption]     (GV)Siracusa, 18 maggio 2017 - Intervengono sugli Rating: 0
You Are Here: Home » SOCIETA' » Siracusa – L’on. Zappulla e la consigliera Princiotta chiederanno il sequestro delle somme elargite dal Comune ai gestori irregolari degli asili nido.

Siracusa – L’on. Zappulla e la consigliera Princiotta chiederanno il sequestro delle somme elargite dal Comune ai gestori irregolari degli asili nido.

Simona Princiotta e Pippo Zappulla

Simona Princiotta e Pippo Zappulla

    (GV)Siracusa, 18 maggio 2017 - Intervengono sugli appalti irregolari sulla gestione degli asili nido. il deputato nazionale Pippo Zappulla e la consigliera comunale Simona Princiotta, che per primi hanno denunciato alla magistratura la situazione degli affidamenti relativi all’importante servizio  pubblico. In sostanza i due, oggi rappresentati del MDP, sottolineano come avevano ragione loro anni addietro nel denunciare l’anomala situazione amministrativa creata attorno al bando sugli asili nido. Ma non  basta registrare il classico  “avevamo ragione noi e non l’amministrazione comunale”, Zappulla e Princiotta infatti fanno sapere attraverso un loro comunicato stampa  che ” Considerata la gravissima situazione che è ormai sotto gli occhi di tutti, nei prossimi giorni procederemo a formalizzare istanza di sequestro presso le competenti autorità, con riferimento a somme che il Comune ha pagato e continua ad elargire come se nulla fosse.  Il tutto a tutela dei cittadini e delle casse comunali”. Una situazione che rischia di creare “vittime” incolpevoli come i lavoratori impiegati dai diversi gestori del servizio asili nido nel comune di Siracusa. Una richiesta che appare anomala ed eccessiva senza considerare che ” oggi ci ritroviamo – come affermano Zappulla e Princiotta – con contestazioni elevate dalla Procura della Repubblica con riferimento ai gestori degli asili e con contestazioni pesanti dell’Autorità Anticorruzione, ma ciò nonostante l’amministrazione Garozzo rimane immobile e i gestori continuano a percepire soldi pubblici.                                                                

              ON. GIUSEPPE ZAPPULLA CONSIGLIERE SIMONA PRINCIOTTA ARTICOLO 1 – MDP

(*CS)Siracusa, 18 maggio 2017 – Apprendiamo della seconda nota emessa dall’Autorità Anticorruzione Nazionale riguardante l’appalto inerente la gestione degli asili nido comunali questa volta direttamente trasmessa dal Magistrato Dott. Cantone alla competente Procura della Repubblica. Non possiamo non ricordare come già qualche mese fa, su richiesta della consigliera Simona Princiotta, l’Autorità Anticorruzione aveva dedotto in merito alla irregolarità di alcuni DURC delle società affidatarie del servizio. In quell’occasione, il Sindaco Garozzo aveva sminuito il valore tecnico della nota dell’Anticorruzione definendolo un atto non vincolante. L’Amministrazione Garozzo anche in questo caso come nel caso del servizio idrico, si è sempre trincerata dietro una singolare ed isolata interpretazione del concetto di urgenza. Sul punto ricordiamo al Sindaco Garozzo che l’atto di indirizzo della consigliera Princiotta per la richiesta di interrompere le proroghe sul servizio di gestione degli asili nido (durate 15 anni) risale a novembre del 2013; ne consegue che l’amministrazione comunale ha espletato solo dopo due anni il nuovo bando con ciò conclamando in sè e per sè l’inesistenza di ogni possibile urgenza. Le anomalie oggi rilevate dall’Anticorruzione sono state denunziate anche pubblicamente dai sottoscritti durante diverse conferenze stampa, ma il Sindaco non ha mai inteso cogliere alcun suggerimento critico, o forse l’interesse politico dell’amministrazione non coincideva con i rilievi tecnici. In concreto,  Considerata la gravissima situazione che è ormai sotto gli occhi di tutti, nei prossimi giorni procederemo a formalizzare istanza di sequestro presso le competenti autorità, con riferimento a somme che il Comune ha pagato e continua ad elargire come se nulla fosse.  Il tutto a tutela dei cittadini e delle casse comunali.

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 14491

Leave a Comment


uno + = 10

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top