Siracusa- Corsa clandestina sulla SP14 con 2 arresti e sequestro di un cavallo e il sulky; 2 denunciati per non rispetto delle misure cautelari. Noto: Scivola scala e causa incidente sul lavoro denunciato imprenditore. Reviewed by Momizat on . SIRACUSA – ARRESTATI PROPRIETARIO E FANTINO DI UN CAVALLO DA CORSA: PARTECIPAVANO A UNA COMPETIZIONE CLANDESTINA IN PIENO GIORNO   Siracusa, 13 novembre 2017 - SIRACUSA – ARRESTATI PROPRIETARIO E FANTINO DI UN CAVALLO DA CORSA: PARTECIPAVANO A UNA COMPETIZIONE CLANDESTINA IN PIENO GIORNO   Siracusa, 13 novembre 2017 - Rating: 0
You Are Here: Home » Cronaca » Siracusa- Corsa clandestina sulla SP14 con 2 arresti e sequestro di un cavallo e il sulky; 2 denunciati per non rispetto delle misure cautelari. Noto: Scivola scala e causa incidente sul lavoro denunciato imprenditore.

Siracusa- Corsa clandestina sulla SP14 con 2 arresti e sequestro di un cavallo e il sulky; 2 denunciati per non rispetto delle misure cautelari. Noto: Scivola scala e causa incidente sul lavoro denunciato imprenditore.

SIRACUSA – ARRESTATI PROPRIETARIO E FANTINO DI UN CAVALLO DA CORSA: PARTECIPAVANO A UNA COMPETIZIONE CLANDESTINA IN PIENO GIORNO

  foto-1 foto-2Siracusa, 13 novembre 2017 – Sabato scorso, poliziotti in servizio alla Squadra Mobile di Siracusa, hanno tratto in arresto Massimo MONTALTO siracusano di 44 anni  con precedenti per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti e Sebastiano CANNATA, anch’egli siracusano di 47 anni, incensurato

Perché colti nella flagranza dei reati di attentato alla sicurezza dei, maltrattamento di animali, violazione del divieto di combattimenti tra animali.

Intorno alle 14 di sabato scorso, una pattuglia della Squadra Mobile in ordinario servizio di pattugliamento, transitando lungo la SP 14 nel tratto compreso tra contrada Damma ed il bivio “Cavadonna” si è imbattuta in una corsa clandestina di cavalli e ne ha bloccato lo svolgimento.

Mentre percorrevano l’arteria, gli agenti notavano che la sede stradale era occupata da due cavalli in corsa, imbrigliati dai calessi condotti dai rispettivi fantini, con al seguito tantissime persone a bordo di motocicli e autovetture.

Vista la situazione di pericolo per gli automobilisti in transito, anche in considerazione dell’orario particolarmente trafficato, gli operatori intimavano immediatamente ai partecipanti l’“ALT POLIZIA”.

Sono stati così bloccati il fantino (CANNATA) e il proprietario di uno dei cavalli (MONTALTO), entrambi tratti in arresto e collocati ai domiciliari presso le rispettive abitazioni. Il cavallo e il calesse necessario per la corsa sono stati sequestrati. Denunciati in stato di libertà anche  due degli spettatori che seguivano la corsa.

 SIRACUSA –  DENUNCIATE DUE PERSONE

 Siracusa,13 novembre 2017 – Operatori della Polizia di Stato, in servizio alle Volanti della Questura di Siracusa, nell’ambito dei quotidiani controlli a coloro che, in città, sono sottoposti a misure limitative della libertà personale, hanno denunciato due persone, sottoposte al regime degli arresti domiciliari, per violazioni alle prescrizioni e agli obblighi derivanti da dette misure.

 PRIOLO GARGALLO – LA POLIZIA  SEGNALA UN GIOVANE ALL’AUTORITÀ AMMINISTRATIVA

 Priolo, 13 novembre 2017 – Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di P.S. di Priolo Gargallo, hanno segnalato alla competente Autorità Amministrativa un giovane (di 18 anni), residente a Melilli, per possesso di modica quantità di sostanza stupefacente.

NOTO – LA POLIZIA DI STATO DENUNCIA UN UOMO

Noto, 13 novembre 2017 – Nella giornata di ieri, agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di P.S. di Noto, al termine di celere attività investigativa, hanno denunciato I. E. ( 60 anni), di Noto, imprenditore, per i reati di lesioni personali colpose e violazione della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. In data 10 novembre scorso, alle ore 17  circa, operatori del Commissariato intervenivano presso il Palazzo municipale di Noto, ove era stato segnalato un infortunio sul lavoro. Dalle sommarie informazioni formalizzate nell’immediatezza degli eventi, i Poliziotti apprendevano che il titolare di una ditta, unitamente a tre dipendenti, si recava nella sede comunale per lavori di sostituzione di alcune lampadine. Uno degli operai (36 enne) saliva su una scala in alluminio dell’altezza di 5 metri in uso alla ditta, che veniva poggiata sulla parete al fine di evitarne lo scivolamento e sorretta a mano da altro operaio. Pochi minuti dopo, quest’ultimo, al fine di aiutare un altro dipendente della ditta ad estendere una seconda scala, si allontanava lasciando la presa della prima scala che, per il poco attrito col pavimento in marmo, scivolava causando la rovinosa caduta dell’operaio. Le indagini, esperite sin da subito, permettevano di accertare che l’operaio infortunato, durante i lavori, non indossasse alcuna imbragatura di sicurezza né casco protettivo. Il titolare della ditta non aveva dato alcuna informazione su eventuali pericoli derivanti da quel tipo di intervento, né sulle misure di sicurezza da adottare per prevenirli e non aveva redatto alcun POS (piano operativo di sicurezza). Gli agenti effettuavano anche dei rilievi fotografici per attestare i rilevanti danni degli arredi di elevato pregio storico in stile Luigi XV e liberty, provocati dalla caduta della scala. Ultimati gli accertamenti investigativi, essendo emersi elementi di responsabilità a carico del titolare della ditta, quest’ultimo veniva convocato in Commissariato e deferito in stato di libertà per lesioni colpose e violazione della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15441

Leave a Comment


− quattro = 0

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top