Siracusa.Controlli dei Carabinieri: 5 attività sospese,8 imprenditori denunciati e quasi 70 mila euro di sanzioni e ammende;Francofonte. Furibonda lite nella piazza centrale: 2 arresti;Melilli. Raid nelle scuole: strutture danneggiate e computers rubati; Belvedere(SR).Controlli igienico-sanitari: Chiude un panificio Reviewed by Momizat on .   Siracusa, 30 giugno 2018 - Continuano senza sosta i controlli da parte dei Carabinieri per contrastare e prevenire ogni forma di lavoro nero, di caporalato e   Siracusa, 30 giugno 2018 - Continuano senza sosta i controlli da parte dei Carabinieri per contrastare e prevenire ogni forma di lavoro nero, di caporalato e Rating: 0
You Are Here: Home » Articoli in evidenza » Siracusa.Controlli dei Carabinieri: 5 attività sospese,8 imprenditori denunciati e quasi 70 mila euro di sanzioni e ammende;Francofonte. Furibonda lite nella piazza centrale: 2 arresti;Melilli. Raid nelle scuole: strutture danneggiate e computers rubati; Belvedere(SR).Controlli igienico-sanitari: Chiude un panificio

Siracusa.Controlli dei Carabinieri: 5 attività sospese,8 imprenditori denunciati e quasi 70 mila euro di sanzioni e ammende;Francofonte. Furibonda lite nella piazza centrale: 2 arresti;Melilli. Raid nelle scuole: strutture danneggiate e computers rubati; Belvedere(SR).Controlli igienico-sanitari: Chiude un panificio

  SONY DSCSiracusa, 30 giugno 2018 – Continuano senza sosta i controlli da parte dei Carabinieri per contrastare e prevenire ogni forma di lavoro nero, di caporalato e violazioni sulla sicurezza nei luoghi di lavoro,  anche per far sentire vicinanza al lavoratore. La lotta al sommerso costituisce un’assoluta priorità per l’Arma della Provincia ed è oggetto di approfondimento frequente in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Sig. Prefetto di Siracusa, Dott. Giuseppe Castaldo. In tale ambito, i Carabinieri del N.I.L. e del Comando Provinciale di Siracusa, d’intesa col Dirigente dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Siracusa, hanno effettuato 12 accessi ispettivi in altrettante aziende,  tra i Comuni di Augusta, Rosolini, Carlentini, Francofonte, Buccheri, e Portopalo di Capo Passero. Sono state esaminate 56 posizioni lavorative, di cui 22  sono risultate irregolari sotto il profilo contributivo e retributivo. 12 i lavoratori in nero individuati nel corso dei vari controlli: – 3 in due supermercati; – 6 in tre cantieri edili; – 3 in una impresa agricola.                                                                                              Tra le 12 ispezionate, per 5 aziende è scattato il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale: si tratta di 2 supermercati, di 2 imprese edili e di 1 impresa agricola. Nei confronti di 7 datori di lavoro, è anche scattata la denuncia in stato di libertà per diverse violazioni in materia di sicurezza sul lavoro, che riguardano le omesse cautele per evitare il rischio di caduta dall’alto dei dipendenti nei cantieri edili, oppure per aver fatto utilizzare ai dipendenti macchinari e attrezzature non adeguatamente sicure, oppure ancora per aver esposto i dipendenti al rischio di folgorazione di dipendenti a contatto con macchine ed utensili non adeguatamente sicuri. In tutti i casi, comunque, sono sempre state impartite precise disposizioni ai datori di lavoro, col fine di ripristinare adeguate condizioni di sicurezza. Inoltre è stata disposta l’immediata rimozione di 1 impianto di videosorveglianza privo di autorizzazione, che consentiva il controllo dei dipendenti anche tramite dispositivi cellulari da parte del datore di lavoro. Nei confronti del titolare è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa per violazione dell’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori. Le sanzioni amministrative irrogate ammontano a quasi 45 mila euro e le ammende contestate ammontato a quasi 25 mila euro. I controlli dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro proseguiranno per garantire il rispetto dei contratti di lavoro ma, soprattutto, per conseguire un più elevato livello di sicurezza per i lavoratori impegnati nei settori produttivi a più alta incidenza di infortunio, come quelli del settore edile e del settore agricolo.

 

 

  Francofonte, 30 giugno 2018 – I motivi come al solito sono futili, ovvero i fastidi accusati da uno dei due uomini circa la custodia di alcuni cani nei pressi della propria abitazione,  ma le conseguenze assolutamente non trascurabili. erano più o meno le 18.30 quando nella centralissima piazza Garibaldi d’improvviso, davanti gli occhi increduli della cittadinanza fortemente scossa dall’accaduto, è nata una violenta lite fra due uomini francofontesi. Le urla dei due, che hanno destato l’attenzione di tutti in un sereno venerdì pomeriggio, ovviamente hanno allarmato i militari dell’Arma che erano nella vicinissima sede e che prontamente sono intervenuti d’iniziativa per sedare il litigio. Ma non è bastato perché nel tentativo di dividere le due controparti quest’ultime si sono scagliate anche contro i Carabinieri procurandogli addirittura alcuni giorni di prognosi. È così che condotti presso la Stazione dei Carabinieri di Francofonte  DANIELE DI STEFANO, 45 anni,e SEBASTIANO ARCIERI, 58 anni, sono stati arrestati entrambi per violenza e resistenza a pubblico ufficiale ed in aggiunta l’uomo 58enne veniva altresì deferito alla competente Autorità Giudiziaria anche per porto abusivo di oggetti atti ad offendere considerato che a seguito della perquisizione personale veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico di circa 24 cm. che occultava sulla sua persona. Scongiurato quindi il peggio grazie al pronto intervento dei Carabinieri, i due dopo le prescritte formalità di rito venivano posti agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo odierno.

 

Melilli, 30 giugno 2018 – Le scuole di Melilli nel mirino dei vandali. Durante la chiusura delle scuole, predisposta per i festeggiamenti del Santo Patrono, si sono verificati alcuni raid negli istituti scolastici del Comune di Melilli ove sono state danneggiate non solo le strutture ma in un plesso sono stati asportati computer e materiali informatici didattici. I raid oltre ad aver causato un grave danno economico alla scuola per i danni delle infrastrutture lo hanno creato anche agli alunni che non hanno potuto beneficiare di questi strumenti informatici durante le lezioni. Le indagini, immediatamente avviate dai Carabinieri, anche a seguito delle denunce integrate nei giorni scorsi, sono rivolte all’individuazione dei ricettatori di tale materiale informatico.

 

Belvedere (SR), 30 giugno 2018 -  – Nella giornata di ieri i Carabinieri del N.A.S. di Ragusa e della Stazione di Belvedere hanno eseguito un controllo igienico-sanitario ed amministrativo presso un panificio della frazione di Belvedere. I Carabinieri hanno constatato che l’amministratore dell’esercizio pubblico deteneva in un locale, privo di notifica all’Autorità Sanitaria, e soprattutto interessato da carente igienico-sanitarie e strutturali, 3700 kg. di prodotti da forno, farine e altre materie prime in cattivo stato di conservazione, insudiciati ed invasi da parassiti. A tal punto i Carabinieri denunciavano in stato di libertà, all’Autorità Giudiziaria, l’amministratore, sequestravano l’ingente quantità di prodotti alimentari sopra descritti e richiedevano l’intervento di personale medico dell’Azienda Sanitaria Provinciale procedendo alla chiusura del panificio. Il valore commerciale dell’infrastruttura e dei prodotti alimentari si aggira intorno ai 300 mila euro. L’attenzione del Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa sulla tutela della salute e sul rispetto delle norme igienico sanitarie da parte degli esercenti commerciali rimane alta, ulteriori controlli saranno effettuati nei prossimi giorni.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16804

Leave a Comment


5 × quattro =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl


Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top