Siracusa- Controllate 49 attività lavorative: 21sospese e sanzionate. Priolo -Rubavano all’Auchan: 4 arrestati. Augusta-Rubava agrumi: arrestato. Noto: Carabinieri forestali contro il bracconaggio. Rosolini: Arrestato spacciatore 17 enne. Reviewed by Momizat on . SIRACUSA E PROVINCIA. CONTROLLI DEI CARABINIERI UNITAMENTE A PERSONALE DEL NIL, ISPETTORI DEL LAVORO E TECNICI DELLO SPRESAL: 10 AZIENDE ISPEZIONATE, 3 IMPRENDI SIRACUSA E PROVINCIA. CONTROLLI DEI CARABINIERI UNITAMENTE A PERSONALE DEL NIL, ISPETTORI DEL LAVORO E TECNICI DELLO SPRESAL: 10 AZIENDE ISPEZIONATE, 3 IMPRENDI Rating: 0
You Are Here: Home » Cronaca » Siracusa- Controllate 49 attività lavorative: 21sospese e sanzionate. Priolo -Rubavano all’Auchan: 4 arrestati. Augusta-Rubava agrumi: arrestato. Noto: Carabinieri forestali contro il bracconaggio. Rosolini: Arrestato spacciatore 17 enne.

Siracusa- Controllate 49 attività lavorative: 21sospese e sanzionate. Priolo -Rubavano all’Auchan: 4 arrestati. Augusta-Rubava agrumi: arrestato. Noto: Carabinieri forestali contro il bracconaggio. Rosolini: Arrestato spacciatore 17 enne.

SIRACUSA E PROVINCIA. CONTROLLI DEI CARABINIERI UNITAMENTE A PERSONALE DEL NIL, ISPETTORI DEL LAVORO E TECNICI DELLO SPRESAL: 10 AZIENDE ISPEZIONATE, 3 IMPRENDITORI DENUNCIATI, 5 ATTIVITÀ SOSPESE E SCOPERTI 21 DIPENDENTI IN NERO SUI 49 CONTROLLATI. ELEVATE SANZIONI PER QUASI 80.000 euro.  

Controlli in cantieri

Controlli in cantieri

 

Siracusa, 10 ottobre 2017 - I Carabinieri del N.I.L. e del Comando Provinciale, congiuntamente a Funzionari esperti in materia di Sicurezza sul Lavoro dell’Ispettorato Territoriale e con il supporto di Tecnici del Servizio Prevenzione Salute in Ambiente di Lavoro dell’ASP, su impulso e d’intesa con i rispettivi Dirigenti dell’I.T.L. e dell’Azienda Sanitaria Provinciale, hanno eseguito 10 accessi ispettivi e controllato le posizioni lavorative di 49 dipendenti. 

I controlli degli ultimi quindici giorni si sono svolti in diversi Comuni del territorio provinciale al fine di rendere uniforme la presenza dello Stato in difesa della legalità.

Individuati 21 lavoratori in nero su 49 posizioni lavorative verificate, ossia quasi un lavoratore su due è stato scoperto privo di ogni tutela previdenziale ed assicurativa. “Il ricorso al lavoro nero resta un fenomeno ancora difficile da debellare” – come sottolinea il Dirigente dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro Dott. Michelangelo Trebastoni – “nonostante siano previste sanzioni fino a 36.000 euro per ogni lavoratore occupato in nero”.

In conseguenza dell’attività ispettiva, sono state sospese 5 attività imprenditoriali per avere impiegato  lavoratori in nero oltre la soglia del 20 % della forza occupata al momento dell’accesso ispettivo.

In particolare, la sospensione dell’attività è stata disposta in:

  • un ristorante di Pachino, che aveva occupato 2 camerieri su 3 in nero. (66,6%);
  • un ristorante di Siracusa che aveva occupato 2 camerieri su 8 in nero. (25%);
  • una impresa edile di Rosolini che aveva occupato 3 manovali su 3 in nero. (100%);
  • un agriturismo di Palazzolo Acreide, che aveva occupato 3 operai su 4 in nero. (75%);
  • un B&B di Cassibile, che aveva occupato 1 cameriere su 3 in nero. (33%).

Sono stati inoltre deferiti alla Procura della Repubblica del Tribunale di Siracusa, tre imprenditori che avevano installato irregolarmente impianti di videosorveglianza che consentivano il controllo dei dipendenti, in violazione delle norme contenute nello Statuto dei Lavoratori (Legge 300/70) e nel decreto legislativo di tutela della privacy (D.Lgs 196/03),

Le sanzioni amministrative e le ammende complessivamente contestate ammontano a quasi  80.000 euro

I controlli dei Militari del N.I.L., costantemente supportati dai Colleghi dell’Arma Territoriale, proseguiranno anche in orario pomeridiano e notturno, oltre che nelle giornate festive, al fine di arginare il dilagante ricorso al lavoro “nero” al quale sono costretti a sottostare disoccupati bisognosi di lavorare e che spesso – come sostenuto dal Comandante Provinciale dei Carabinieri  Col. Luigi Grasso, sono incolpevoli vittime di sfruttamento da parte di datori di lavoro senza scrupoli.

 PRIOLO GARGALLO (SR).  TENTATO FURTO ALL’AUCHAN 4 ARRESTI DEI CARABINIERI.     

Vanessa Pacini, Giuseppe Caruso, Vincenzo Aloschi

Vanessa Pacini, Giuseppe Caruso, Vincenzo Aloschi

 

Le bottiglie sequestrate

Bottiglie sequestrate

Priolo, 10 ottobre 2017 – Nel tardo pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Priolo Gargallo, durante uno specifico e mirato servizio di controllo del territorio, sono intervenuti presso il Centro Commerciale “Auchan” di contrada Spalla, in territorio di Melilli.

Nel dettaglio, i militari dell’Arma hanno tratto in arresto per furto aggravato in concorso 4 disoccupati siracusani, Giuseppe Caruso  di 20 anni, già agli arresti domiciliari per furto commesso nel settembre scorso, Vanessa Pacini  di 21 anni e Vincenzo Aloschi di 22 anni, entrambi con precedenti specifici e la 21 enne G.S. incensurata.

I 4 siracusani, dopo aver trafugato dagli scaffali del supermercato 25 bottiglie di varie marche di liquori, per un valore di circa 500 euro, nascondendole sia all’interno delle rispettive borse che sotto i propri vestiti, hanno tentato invano di allontanarsi in fuga dall’area di vendita, venendo però intercettati e fermati da una pattuglia dei Carabinieri che si trovava in zona che tempestivamente si erano portati presso il centro commerciale.

Prontamente identificati e bloccati i giovani siracusani sono stati condotti negli uffici della Stazione Carabinieri di Priolo per espletare le formalità di rito e successivamente trasportati presso le proprie abitazioni e collocati agli arresti domiciliari così come disposto dall’Autorità giudiziaria competente.

 AUGUSTA (SR).   SORPRESO DAI CARABINIERI MENTRE ASPORTAVA DA UN FONDO PRIVATO 50 KG DI AGRUMI: ARRESTATO.    

Mattia Pennisi

Mattia Pennisi

Augusta, 10 ottobre 2017 - Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto delle fenomenologie criminali  nelle aree rurali e predisposti  dalla Compagnia Carabinieri di Augusta, i militari della dipendente Aliquota Radiomobile  hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per furto aggravato, il pregiudicato augustano,  Mattia PENNISI , 28 anni . Nella fattispecie, gli operanti, nella mattina di ieri,  durante un transito in contrada Bucchera Mendola sorprendevano il Pennisi mentre stava asportando da un fondo agricolo privato,  circa 50 kg agrumi. La refurtiva, già pronta per essere caricata all’interno del bagaglio di un’autovettura in uso all’arrestato, veniva restituita al proprietario dell’agrumeto, mentre, il fermato, sottoposto al regime degli arresti domiciliari cosi come disposto dall’autorità giudiziaria.

 FRANCOFONTE (SR). INCENDIO DI DUE AUTOVETTURE. ACCERTAMENTI IN CORSO DA PARTE DEI CARABINIERI.

Francofonte, 10 ottobre 2017 -  Nella nottata odierna, i Carabinieri della Compagnia di Augusta, nel corso dei servizi di controllo del territorio e del contrasto dei fenomeni criminologici in genere, sono intervenuti nel centro di Francofonte, in Corso dei Mille, ove una chiamata pervenuta alla Centrale Operativa di Augusta, li avvisava che due autovetture, una Fiat 500 ed una Toyota Yaris, parcheggiate lungo quella strada erano andate in fiamme.

I Carabinieri della Stazione di Carlentini, unitamente a quelli di Francofonte, giunti sul posto congiuntamente ai Vigili del Fuoco del distaccamento di Lentini, hanno provveduto a domare le fiamme, che hanno interessato anche la facciata del palazzo ove le auto erano parcheggiate. Sono in corso accertamenti da parte dei militari per stabilire a chi fossero effettivamente in uso i due veicoli e soprattutto per raccogliere le tutte le informazioni utili ai fini investigativi per stabilire le cause dell’incendio di probabile origine dolosa.

AGRO DI NOTO (SR). CONTROLLI ANTIBRACCONAGGIO DEI CARABINIERI.   

Carabinieri Forestali

Carabinieri Forestali

Noto, 10 ottobre 2017 - Nel corso della settimana appena trascorsa i Carabinieri della Compagnia di Noto, unitamente al distaccamento catanese dei Carabinieri Forestali di Reggio Calabria, hanno posto in essere un articolato servizio di controllo del territorio nell’ambito della riserva naturale di Vendicari e nell’agro netino, fino ad arrivare a Rosolini ed alla località “Pantani” di Pachino, in materia di tutela del patrimonio faunistico e forestale e controlli antibracconaggio.

Nel corso del servizio, articolato su più giorni e coordinato dal Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa, diversi sono stati gli interventi in ordine alla tutala del patrimonio forestale, con riferimento alla prevenzione dei rischi idrogeologici nelle aree già colpite da incendi durante la scorsa estate, alla salvaguardia della fauna selvatica, specie nelle zone interessate alle rotte migratorie, e, soprattutto antibracconaggio. Proprio in quest’ultimo campo diversi sono stati i ritrovamenti: sono state infatti rinvenute e poste sotto sequestro diverse trappole per volatili collegate a richiami acustici amplificati da altoparlanti, e diversi sono stati i cacciatori controllati al fine di verificare il rispetto delle norme che disciplinano l’attività venatoria.

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Noto rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di salvaguardare l’ecosistema, già martoriato durante l’estate da diversi incendi, continueranno, pertanto, con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri nel settore venatorio e di salvaguardia del patrimonio forestale.

 ROSOLINI (SR). CONTROLLI DEI CARABINIERI UNITAMENTE AL PERSONALE DEL NAS: CHIUSO UN BAR.

 Rosolini, 10 ottobre 2017 - Prosegue la serie di controlli amministrativi posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Noto unitamente alle componenti specializzate dell’Arma. Nelle scorse settimane i Carabinieri della Stazione di Rosolini e del NAS di Ragusa hanno proceduto a mirati controlli nei confronti di alcuni esercizi pubblici autorizzati alla somministrazione di cibo e bevande presenti sul territorio al fine di verificare il rispetto delle norme igienico-sanitarie di settore e la regolarità delle previste autorizzazioni amministrative, procedendo altresì al controllo degli avventori di tutti i locali in questione.

Dei vari esercizi commerciali sottoposti a controllo, in uno di questi sono state riscontrate irregolarità nella normativa di settore che hanno portato ad elevate sanzioni amministrative ed alla chiusura del locale, finalizzata ad adempiere a delle prescrizioni imposte dai militari per sanare le irregolarità riscontrate: nello specifico, è stata contestata ad un bar il mancato rispetto dei requisiti generali in materia di igiene.

Continueranno con assiduità le attività di controllo presso i locali autorizzati alla somministrazione di cibo e bevande svolte dall’Arma dei Carabinieri unitamente al personale dei reparti speciali al fine di garantire il rispetto delle norme vigenti nello specifico settore a tutela della salute dei consumatori e dei lavoratori.

 PACHINO (SR). PROGETTO “UNIAMOCI CONTRO LE DROGHE!”: ARRESTATO UN DICIASSETTENNE PER SPACCIO.

 Pachino, 10 ottobre 2017 - Proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Noto finalizzati al contrasto del fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti tra i giovani, problematica abbastanza diffusa sul territorio e per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa, che ha da poco avviato il progetto “Uniamoci contro le droghe!”, che vede l’Arma in prima linea, unitamente alle Istituzioni Scolastiche ed all’Azienda Sanitaria Provinciale iblea.

Proprio nell’ambito di tale progetto i Carabinieri della Stazione di Pachino hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio un diciassettenne locale.

A seguito di un attento servizio di osservazione, controllo e pedinamento, i Carabinieri hanno effettuato una perquisizione personale e domiciliare, durante la quale il giovane è stato trovato in possesso di circa 30 gr. di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, nonché di tutto il materiale necessario al confezionamento della stessa in dosi. Al termine delle formalità di rito il minore è stato tradotto presso il centro di prima accoglienza di Catania, a disposizione della magistratura. La sostanza rinvenuta è stata sottoposta a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso necessarie per verificarne il grado di purezza.

I Carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione al territorio, ed al fenomeno del consumo e spaccio di sostanza stupefacente tra i più giovani, aspetto grave e preoccupante, organizzando periodicamente analoghi servizi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto a tale grave e preoccupante fenomeno.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15606

Leave a Comment


7 × = trenta cinque

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top