Siracusa – Castagnino: Palazzina ECA (lungomare di Levante) in abbandono e a rischio di crolli. Qualcuno intervenga! Reviewed by Momizat on . VINCIULLO-CASTAGNINO-ALOTA: La Palazzina ECA sul Lungomare di Levante in assoluto stato di abbandono. A rischio l’incolumità dei cittadini. Si intervenga immedi VINCIULLO-CASTAGNINO-ALOTA: La Palazzina ECA sul Lungomare di Levante in assoluto stato di abbandono. A rischio l’incolumità dei cittadini. Si intervenga immedi Rating: 0
You Are Here: Home » Politica1 » Siracusa – Castagnino: Palazzina ECA (lungomare di Levante) in abbandono e a rischio di crolli. Qualcuno intervenga!

Siracusa – Castagnino: Palazzina ECA (lungomare di Levante) in abbandono e a rischio di crolli. Qualcuno intervenga!

VINCIULLO-CASTAGNINO-ALOTA: La Palazzina ECA sul Lungomare di Levante in assoluto stato di abbandono. A rischio l’incolumità dei cittadini. Si intervenga immediatamente.

 

Immagini eloquenti della palazzina a rischio crolli

Immagini eloquenti della palazzina a rischio crolli

(CS)Siracusa, 15 maggio 2017 – Le condizioni dell’ex Palazzina ECA sul Lungomare di Levante, che oggi dovrebbe ancora accogliere la banda musicale della città di Siracusa, peggiora di giorno in giorno, con parti di muro che si staccano, facendo cadere sulla strada i lastroni di marmo che coprivano la facciata. Lo dichiarano l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS e i Consiglieri Comunali Salvatore Castagnino e Fabio Alota.La situazione è diventata ormai insopportabile, con rischio concreto che qualche cittadino possa perderci la vita.Del tutto insufficiente, se non addirittura inutile, la recinzione che è stata posta tutto attorno al palazzo, che non delimita nulla, ma che, anzi, rappresenta un ulteriore motivo di pericolo per chi è costretto a percorrere il Lungomare di Levante.Per questo motivo, hanno concluso Vinciullo, Castagnino e Alota, chiediamo l’immediato intervento dell’Amministrazione Comunale intanto per delimitare in maniera più sicura l’area attorno alla palazzina e successivamente per porre in essere tutti gli interventi necessari a migliorare le condizioni dell’immobile per evitare che lo stesso possa continuare a rappresentare un pericolo per i cittadini e per scongiurare la perdita di un immobile così importante per la città di Siracusa. Ricordiamo, infine, che sul palazzo vi era un finanziamento che aveva come obiettivo la sua messa in sicurezza.

 

 

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15606

Leave a Comment


8 − otto =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top