Siracusa – Annunciata chiusura di Unieuro in viale Epipoli e Fisascat-Cisl annuncia mobilitazione Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_89193" align="alignleft" width="300"] Il Negozio che ha annunciato la chiusura[/caption]    (CS-PD)Siracusa, 21 febbraio 2018 – «Un [caption id="attachment_89193" align="alignleft" width="300"] Il Negozio che ha annunciato la chiusura[/caption]    (CS-PD)Siracusa, 21 febbraio 2018 – «Un Rating: 0
You Are Here: Home » SOCIETA' » Siracusa – Annunciata chiusura di Unieuro in viale Epipoli e Fisascat-Cisl annuncia mobilitazione

Siracusa – Annunciata chiusura di Unieuro in viale Epipoli e Fisascat-Cisl annuncia mobilitazione

Il Negozio che ha annunciato la chiusura

Il Negozio che ha annunciato la chiusura

 

 (CS-PD)Siracusa, 21 febbraio 2018 – «Unieuro verso la chiusura ma garantiremo fino alla fine i diritti di tutti i lavoratori coinvolti in questa ennesima triste vicenda per il mondo del lavoro.»

Così Vera Carasi, segretaria regionale della Fisascat Cisl Sicilia, e Fabio Trapani, segretario territoriale della categoria, dopo la conferma, da parte dei vertici del gruppo di Forlì, della chiusura dei punti vendita di Siracusa e Messina.

Ufficialità giunta al termine di un incontro tenuto a Catania e che ha confermato il termine del prossimo mese di novembre come deadline per il negozio di viale Epipoli a Siracusa e di aprile per quello di Messina che impiega 22 persone..

«Il prossimo 26 marzo scadrà il contratto di solidarietà siglato lo scorso anno – aggiungono Carasi e Trapani – Un accordo sottoscritto da altra sigla sindacale e che, per riparare ad una dichiarazione di esubero di 10 full time, ha mandato tutti i 29 lavoratori in solidarietà con una riduzione del 48 per cento del monte ore. Tutto questo, naturalmente, con un abbassamento considerevole dello stipendio.

Questi lavoratori subiscono questo stato di cose sin dal 2010, anno in cui venne fatto il primo accordo di questo tipo.

Alcuni lavoratori dovrebbero accettare la fuoriuscita volontaria entro la fine di questa settimana. L’azienda ha messo, adesso, sul tavolo l’incentivo di dodici mensilità per coloro i quali non vogliono impugnare il licenziamento e, in alternativa, la possibilità di trasferimento in un’altra città. In entrambi i casi siamo di fronte a decisioni forti che colpiscono ancora una volte il già debole mercato del lavoro siracusano.

Staremo al fianco di tutti i lavoratori – hanno concluso Vera Carasi e Fabio Trapani – Garantiremo il rispetto di tutti i loro diritti in ogni sede e in ogni momento di questa vertenza.» 

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16806

Leave a Comment


nove + 5 =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top