Priolo – Si dimettono i 3 consiglieri del PD, altri pensano di farlo dopo una riunione, ma Rizza ha sempre la maggioranza in aula e i tifosi. Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_85008" align="alignleft" width="300"] I consiglieri dimissionari del PD[/caption] (Gregorio Valvo)Priolo Gargallo, 17 ottobre 2017 – Ora [caption id="attachment_85008" align="alignleft" width="300"] I consiglieri dimissionari del PD[/caption] (Gregorio Valvo)Priolo Gargallo, 17 ottobre 2017 – Ora Rating: 0
You Are Here: Home » Politica » Priolo – Si dimettono i 3 consiglieri del PD, altri pensano di farlo dopo una riunione, ma Rizza ha sempre la maggioranza in aula e i tifosi.

Priolo – Si dimettono i 3 consiglieri del PD, altri pensano di farlo dopo una riunione, ma Rizza ha sempre la maggioranza in aula e i tifosi.

I consiglieri dimissionari del PD

I consiglieri dimissionari del PD

(Gregorio Valvo)Priolo Gargallo, 17 ottobre 2017 – Ora è il consiglio comunale a reagire per l’arresto del sindaco Rizza, sospeso dal Prefetto Castaldo. Almeno una parte dei consiglieri potrebbero presto rassegnare le dimissioni allo scopo di fare decadere il consesso civico priolese. Di concreto però, fino ad ora, si sono dimessi solamente i tre consiglieri del PD.Tanta buona volontà  aleggia tra i restanti consiglieri che vogliono un po’ di tempo per pensare al loro avvenire politico e se non fosse il caso di lasciare le cose come stanno, anche se per sei mesi ancora, considerato che si voterà nella primavera del 2018. Il leader dell’opposizione, l’ex sindaco Massimo Toppi, fa capo ad un gruppo di 3 consiglieri (Patriza Ranno, Carmelo Fassina, Marilena Tripi) che ancora non ha ricevuto  imput sul da farsi. Toppi ha fatto sapere che la cosa giusta da farsi sarebbe un consiglio comunale per discutere in merito alla scelta  possibile delle dimissioni. Insomma, neanche in casa Toppi, si è in grado di accettare  la gravità della nuova situazione che vede la città senza sindaco, però amministrata dalla giunta che lo stesso Antonello Rizza ha nominato. La squadra consiliare che sostiene l’amministrazione Rizza ha perduto una componente: Paola Catanzaro, che ha dichiarato di non fare più parte della maggioranza  guidata dall’ex sindaco che, in realtà, può contare ancora su 12 consiglieri dei 20 che siedono in aula. Non sarà facile ostacolare i progetti dell’ex sindaco che a tutti gli amici fa sapere che è solo questione di tempo, ma, tornerà a fare il sindaco non appena sarà riconosciuta la sua…innocenza. Cosa che potrebbe teoricamente – solo molto teoricamente- avvenire tra qualche giorno, quando il Gip che lo ha arrestato potrà sentire cosa Rizza ha da dire a sua discolpa. Ma, se il Gip confermerà il provvedimento emesso, l’ex sindaco Rizza fa sapere dagli arresti domiciliari che i suoi legali giocheranno la carta del tribunale del riesame, poi tutto tornerà a posto. Certamente, Antonello Rizza, candidato di Forza Italia all’Ars, possiede una grande dose di ottimismo, che i suoi denigratori chiamano …arroganza. Inutile dire che attualmente gran parte del consiglio comunale  fa il tifo (e la campagna elettorale regionale) per il sindaco colpito da un insolito destino.   

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15441

Leave a Comment


− quattro = 2

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top