Perchè nel PD di SR nessuno si dimette? Reviewed by Momizat on . (Gregorio Valvo)Siracusa, 18 settembre 2016 - La scomparsa di Paolo Gulino, componente del direttivo del PD, consigliere comunale ex Pci, Pds, Ds, non ha sorpre (Gregorio Valvo)Siracusa, 18 settembre 2016 - La scomparsa di Paolo Gulino, componente del direttivo del PD, consigliere comunale ex Pci, Pds, Ds, non ha sorpre Rating: 0
You Are Here: Home » Video » Perchè nel PD di SR nessuno si dimette?

Perchè nel PD di SR nessuno si dimette?

(Gregorio Valvo)Siracusa, 18 settembre 2016 – La scomparsa di Paolo Gulino, componente del direttivo del PD, consigliere comunale ex Pci, Pds, Ds, non ha sorpreso perchè tutti sapevano della lotta che aveva intrapreso con i mali fisici che lo affliggevano negli ultimi mesi della sua vita. Inutile ricordare le sue battaglie di comunista nel cuore condotte contro la speculazione edilizia, oggi che tutti lo commemorano, preferiamo ricordare il Paolo Gulino, segretario cittadino del PD, concentrato a far crescere le novità che salivano sulla ribalta politica aretusea: tra queste la carriera di Giancarlo Garozzo capogruppo al Vermexio del massimo partito di opposizione della giunta di centrodestra Visentin. Il segretario cittadino Gulino lo aveva sostenuto in tutti i passaggi che lo promuovevano sindaco di Siracusa. Per molti sarebbe stato un atto dovuto di Garozzo nominarlo assessore, specialmente per la sua competenza amministrativa, ma, aveva superato i sessant’anni e quindi anche se amico se non da rottamare era da mettere in garage sotto un telo. Oggi per il sindaco sostenuto strenuamente da Gulino, nei primi 18 mesi di attività, non è in grado di commemorarlo come si deve fare di un amico vero, non con parole di circostanza, anche se solo in parte vere. Si dovrebbe dire della delusione mostrata da Paolo Gulino quando si scopre che il sindaco e la sua giunta si muovono dentro le istituzioni come elefantini in un negozio di ceramiche. Quando ci incontravamo al supermercato perdevamo delle mezz’ore per esaminare questo concetto che trasforma una giunta in elefantini fuori posto. La prima uscita come forte oppositore delle giunta Garozzo si registra nella direzione dell’8 luglio scorso, quando, Paolo Gulino aveva presentato un documento contro l’amministrazione comunale impossibile da votare perché ritenuto troppo duro rispetto a quello più moderato che si sarebbe votato dopo per richiedere l’azzeramento della giunta. Oggi lo commemorano tutti senza esprimersi però sulle sue intuizioni politiche spesso sbagliate e altre volte azzeccate. Gulino, in ogni sede esprimeva lo stesso concetto che non poteva essere gradito al sindaco e ai suoi …elefantini. ” Se in ambito nazionale per far dimettere un ministro basta solo l’odore di un avviso di garanzia – sosteneva anche in sede di Direzione provinciale del PD – perché a Siracusa nessuno del PD pensa di doversi dimettere neanche se si trova sotto inchiesta e mandato a processo per reati commessi contro la pubblica amministrazione?” Se realmente si vuole commemorare il ricordo del “compagno Paolo” qualcuno cerchi di spiegare quella singolarità che rende diversi gli amministratori siracusani da quelli di altre realtà istituzionali. Secondo la credenza politico popolare difficilmente un comunista – se non redendo – può aspirare a posti di privilegio nell’altra vita. In forza a questo principio Paolo Gulino avrà molto tempo per pentirsi di avere dedicato alla politica troppo tempo, e neanche pochi minuti alla fede. Almeno la politica in cui credeva gli dia una spiegazione.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 14097

Leave a Comment


9 × otto =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top