Noto-2 arresti per furto di limoni. Siracusa: Controlli antidroga; Evade dai domiciliali e viene attestato; Ordine di carcerazione per un pregiudicato.Carlentini- Contrasto alla prostituzione. Noto- Espiazione pena. Avola- In carcere dopo i domiciliari. Reviewed by Momizat on . NOTO (SR).     I CARABINIERI ARRESTANO DUE PERSONE PER FURTO DI LIMONI. [caption id="attachment_91917" align="alignleft" width="226"] Corrado di Martino[/captio NOTO (SR).     I CARABINIERI ARRESTANO DUE PERSONE PER FURTO DI LIMONI. [caption id="attachment_91917" align="alignleft" width="226"] Corrado di Martino[/captio Rating: 0
You Are Here: Home » Cronaca » Noto-2 arresti per furto di limoni. Siracusa: Controlli antidroga; Evade dai domiciliali e viene attestato; Ordine di carcerazione per un pregiudicato.Carlentini- Contrasto alla prostituzione. Noto- Espiazione pena. Avola- In carcere dopo i domiciliari.

Noto-2 arresti per furto di limoni. Siracusa: Controlli antidroga; Evade dai domiciliali e viene attestato; Ordine di carcerazione per un pregiudicato.Carlentini- Contrasto alla prostituzione. Noto- Espiazione pena. Avola- In carcere dopo i domiciliari.

NOTO (SR).     I CARABINIERI ARRESTANO DUE PERSONE PER FURTO DI LIMONI.

Corrado di Martino

Corrado di Martino

Noto, 24 maggio 2018 – Nella serata di ieri, a Testa dell’Acqua – Noto, (SR) in Contrada Renna, militari della locale Stazione Carabinieri unitamente ai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Noto hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di furto in concorso, P.C. 34 anni e Corrado Di Martino ,48 anni, con precedenti di polizia.

I due, approfittando della calma della sera, hanno rotto la recinzione che delimitava la proprietà e si sono introdotti all’interno di un terreno iniziando a raccogliere limoni. Ma alcuni vicini notando l’attività di raccolta, insolita per quell’ora, hanno contattato il numero di emergenza 112 richiedendo l’intervento di una pattuglia. All’arrivo dei Carabinieri di Testa dell’Acqua, già impegnati nella perlustrazione del territorio, hanno fermato i due con circa 80 kg di limoni, pronti per essere portati via. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario. Condotti in caserma, i due sono stati dichiarati in stato di arresto e, espletate le formalità di rito, successivamente tradotti presso le rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Siracusa. Secondo le linee guida impartite dal Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa, in considerazione del fatto che il fenomeno dei furti di limoni e dei prodotti agricoli in genere registra dati rilevanti che richiedono un’efficace e costante azione di contrasto al fine di tutelare un settore economico, quello ortofrutticolo, particolarmente importante per il territorio, l’attenzione dei Carabinieri rimane alta e costante sull’intera provincia. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri per arginare il fenomeno delittuoso in questione, affiancando alla continua perlustrazione delle zone di campagna una specifica attività diurna di verifica agli ambulanti cittadini ed al sistema di trasporto delle merci su strada.

SIRACUSA. CONTROLLI ANTIDROGA DEI CARABINIERI: 1 DENUNCIA PER SPACCIO E 2 SEGNALAZIONI IN PREFETTURA.

 Siracusa, 24 maggio 2018 - Continuano i controlli antidroga effettuati dai Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa volti all’intensificazione dell’attività di prevenzione e di contrasto allo spaccio delle sostanze stupefacenti. Nelle ultime ore, le pattuglie dell’Arma sono state impegnate, su tutto il  territorio cittadino, in mirati controlli ai conducenti di auto e moto e nei luoghi di aggregazione dei giovani. I numerosi controlli alla circolazione stradale, sia in orari diurni che notturni, hanno portato a denunciare a piede libero per detenzione ai fini di spaccio M.A., 45 anni, disoccupato siracusano, già agli arresti domiciliari per analogo reato. Il 45enne è stato trovato in possesso di 4 dosi di cocaina e 4 dosi di hashish, che teneva ben occultate all’interno della propria abitazione. Nel corso della serata inoltre i Carabinieri della Tenenza di Floridia hanno segnalato in Prefettura 2 assuntori di sostanze stupefacenti, un pescatore ed un tatuatore di 53 ce 31 anni, poiché trovati in possesso complessivamente di 3 grammi di cocaina. Ai 2 uomini inoltre è stata ritirata la patente di guida così come prevede il testo unico delle leggi in materia di stupefacenti e sostanze psicotrope. I controlli dei Carabinieri sia su strada che nelle zone di frequente spaccio continueranno con la stessa intensità anche nei prossimi giorni.

CARLENTINI (SR). BIVIO IAZZOTTO, VIENE SEGNALATA LA PRESENZA DI PROSTITUTE, CHIESTO INTERVENTO DEI CARABINIERI.  

prostituzione

prostituzione

Carlentini, 24 maggio 2018 – Nella mattina di ieri, in Carlentini all’altezza del Bivio Iazzotto, una passante segnalava all’utenza di pronto intervento 112 la presenza di alcune prostitute intente ad ammiccare occasionali clienti. La richiedente precisava inoltre all’operatore della Centrale Operativa del Comando Compagnia CC di Augusta di essere molto imbarazzata per la presenza delle meretrici che ormai da qualche tempo presidiano quella strada particolarmente frequentata e che la stessa percorre giornalmente con i propri figli minori. I Carabinieri della Stazione di Carlentini che seguono da tempo l’annosa vicenda, più volte a loro segnalata, hanno già identificato le citate prostitute ed hanno  proceduto a richiedere all’Autorità di P.S. competente il “foglio di via obbligatorio” nei confronti delle stesse, una misura di prevenzione che consiste in un ordine di rimpatrio nel comune di dimora abituale e nel divieto di rientro, non prima del termine stabilito (comunque non superiore a tre anni), nel comune da cui il soggetto è allontanato.

SIRACUSA-ORTIGIA. EVADE DAGLI ARRESTI DOMICILIARI: ARRESTATO DAI CARABINIERI.

 

Carmelo Messina

Carmelo Messina

Siracusa, 24 maggio 2018 – Nel corso della giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Ortigia, impegnati in un servizio di controllo del territorio volto alla prevenzione e repressione dei reati, mentre effettuavano i controlli ai soggetti sottoposti agli arresti domiciliari hanno constatato che Carmelo Messina , 47 anni, disoccupato siracusano e pregiudicato non era presente in casa. Pertanto i militari dell’Arma hanno atteso che rientrasse per chiedergli conto della sua assenza. Dagli accertamenti effettuati, il Messina non è risultato essere autorizzato ad uscire di casa in quella fascia oraria e pertanto appena rincasato, è stato dichiarato in arresto per aver commesso il reato di evasione. Il 47enne siracusano è stato condotto in caserma per le formalità di rito e nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari così come stabilito dall’Autorità Giudiziaria di Siracusa.

SIRACUSA. CARABINIERI ESEGUONO ORDINE DI CARCERAZIONE NEI CONFRONTI DI UN 32ENNE. 

Giovanni Rubera

Giovanni Rubera

Siracusa, 24 maggio 2018 -Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Siracusa Principale, hanno eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di Giovanni Rubera , 34 anni, siracusano disoccupato e pregiudicato, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Catania. Lo stesso dovrà scontare la pena residua di 1 anno e 2 mesi di reclusione poiché colpevole di rapina aggravata e violenza privata in concorso, commesse a Siracusa nel marzo del 2015.

L’arrestato, condotta presso i locali della Stazione di Siracusa per le formalità di rito, è stato successivamente condotto presso il carcere “Cavadonna” così come disposto dall’Autorità Giudiziaria di Catania.

NOTO (SR).  DEVE ESPIARE 1 ANNO E 12 GIORNI DI DETENZIONE: ARRESTATO DAI CARABINIERI.

Massimo Paternò

Massimo Paternò

Noto, 24 maggio 2018 -Nel corso della giornata di ieri, a Noto, i Carabinieri della Stazione di Testa dell’Acqua, impiegati nell’ambito del quotidiano servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto, in  ottemperanza all’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa, nei confronti di  Massimo Paternò, 38 anni condannato in stato di libertà. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia, deve scontare la pena detentiva residua di anni 1 e gg 12 reclusione, per il reato di spaccio di sostanza stupefacente, commesso a Noto nel mese di gennaio 2016.

Condotto in caserma, il Paternò è stato tratto in arresto e, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la sua abitazione in regime degli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

AVOLA (SR).  I CARABINIERI ARRESTANO UNA PERSONA IN ESECUZIONE DI UNA ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE.

Avola, 24 maggio 2018 – Nel corso della giornata di ieri 23 Maggio, ad Avola, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Noto, traevano in arresto Giuseppe Carbè , 22 anni, con precedenti di polizia, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, in ottemperanza all’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere emessa dalla Corte d’Appello dell’Aquila. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia e stato arrestato per aver commesso il reato di evasione dagli arresti domiciliari nei mesi di gennaio e maggio di quest’anno. Espletate le formalità di rito, l’ arrestato è stato trasferito presso la casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16707

Comments (1)

  • Francostars

    Affermo che, anche con le nuove disposizioni legislative, le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.
    P.S. I relativi soggetti possono essere sanzionati per evasione fiscale, anche per le tasse locali (art. 36 comma 34bis Legge 248/2006, come chiarificato dalla Cassazione con la Sentenza n. 10578/2011).

Leave a Comment


sei × 8 =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top