Niscemi – La Cassazione ferma definitivamente l’impianto di comunicazione satellitare USA Reviewed by Momizat on .   [caption id="attachment_64771" align="alignleft" width="300"] L'impianto MUOS[/caption] (LN7)Roma, 10 marzo 2016 -  La Cassazione dice no all'attivazione   [caption id="attachment_64771" align="alignleft" width="300"] L'impianto MUOS[/caption] (LN7)Roma, 10 marzo 2016 -  La Cassazione dice no all'attivazione Rating: 0
You Are Here: Home » Ambiente » Niscemi – La Cassazione ferma definitivamente l’impianto di comunicazione satellitare USA

Niscemi – La Cassazione ferma definitivamente l’impianto di comunicazione satellitare USA

 

L'impianto MUOS

L’impianto MUOS

(LN7)Roma, 10 marzo 2016 -  La Cassazione dice no all’attivazione del Muos respingendo il ricorso del Ministero, pertanto, servono  a poco le rilevazione dell’elettro magnetismo  disposto dal Cga di Palermo.  E’ “certamente sussistente quantomeno per la prosecuzione dei lavori in epoca successiva all’annullamento del provvedimento di revoca delle revoche” la consumazione a livello indiziario del reato di abuso edilizio nella realizzazione di infrastrutture militari costituenti il sistema radar Usa Muos in Sicilia. Lo scrive la Cassazione nelle motivazioni depositate oggi di conferma del sequestro del Muos che, rileva il verdetto, è stato disposto con finalità di salvaguardia dell’ambiente e della salute degli abitanti.     Ad avviso della Cassazione, non ha meritato accoglimento la tesi dell’Avvocatura dello Stato che, per conto del Ministero della Difesa, chiedeva l’annullamento della conferma del sequestro del Muos. “ E’ la notizia più bella che potessi mai ricevere, finalmente la tutela della salute degli abitanti di Niscemi e la salvaguardia del nostro territorio vengono riconosciuti come un diritto inalienabile dalla Cassazione”. Ha riferito Franco La Rosa, il sindaco di Niscemi (Caltanissetta), parlando sulle motivazioni contenute nel verdetto della Cassazione, depositate oggi, con cui conferma il sequestro del Muos, il sistema di telecomunicazione satellitare della Marina militare Usa, che si trova in contrada Ulmo.     “Mi chiedo a questo punto a che servono le rilevazioni in corso da ieri sulle emissioni delle antenne, disposte dal Consiglio di giustizia amministrativa – ha proseguito – sul Muos, per ora, la partita è chiusa”.     Da ieri nella base militare sei tecnici nominati dal Cga hanno cominciato le rilevazioni sulle emissioni elettromagnetiche per stabilire se sono nocive per la salute. Le operazioni si concluderanno domani. Ora molti si chiedono se realmente gli Stati Uniti rinunceranno ad attivare un impianto  tanto importante per il controllo planetario delle comunicazioni. Rinunciare a controllare, come ormai è noto a tutto il mondo ad opera di rivelazioni a catena, per gli Usa sarebbe come non poter parlare per gli italiani. E chi ha detto che ai giudici  della Cassazione non siano servite per  decidere (come oggi hanno fatto),  proprio le “rivelazioni” delle  intercettazioni dei capi di stato  europei, italiani compresi  di cui si scrive e si parla da  molti mesi e anche recentemente?  

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16806

Comments (1)

  • Roberto Mihel

    Meno male: perlomeno non siamo calpestati per l’ennesima volta… Si voglia credere che la Corte di Cassazione non vada a rovesciare una sentenza che risulta pienamente giusta. No alle troppe libertà americane, che possono produrci, solamente, danni!

Leave a Comment


× 3 = diciotto

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top