Melilli- Arrestato dai carabinieri per una rapina a Taranto. Siracusa – Arrestato per maltrattamenti della convivente.Noto- Denunciate 7 persone per fruro di energia e drioga. Rosolini. Rosolini- Dal panino passa a rapinare il paninaro e i carabinieri lo arrestano. Avola: Arrestato per detenzione illegale di un fucile. Reviewed by Momizat on .  VIOLENZA SULLE DONNE. MALTRATTAVA LA CONVIVENTE DA 4 ANNI. UN ARRESTO DEI CARABINIERI.   Siracusa, 2 ottobre 2017 - Minacce, violenze fisiche e psicologiche, m  VIOLENZA SULLE DONNE. MALTRATTAVA LA CONVIVENTE DA 4 ANNI. UN ARRESTO DEI CARABINIERI.   Siracusa, 2 ottobre 2017 - Minacce, violenze fisiche e psicologiche, m Rating: 0
You Are Here: Home » Cronaca » Melilli- Arrestato dai carabinieri per una rapina a Taranto. Siracusa – Arrestato per maltrattamenti della convivente.Noto- Denunciate 7 persone per fruro di energia e drioga. Rosolini. Rosolini- Dal panino passa a rapinare il paninaro e i carabinieri lo arrestano. Avola: Arrestato per detenzione illegale di un fucile.

Melilli- Arrestato dai carabinieri per una rapina a Taranto. Siracusa – Arrestato per maltrattamenti della convivente.Noto- Denunciate 7 persone per fruro di energia e drioga. Rosolini. Rosolini- Dal panino passa a rapinare il paninaro e i carabinieri lo arrestano. Avola: Arrestato per detenzione illegale di un fucile.

 VIOLENZA SULLE DONNE. MALTRATTAVA LA CONVIVENTE DA 4 ANNI. UN ARRESTO DEI CARABINIERI.  

Siracusa, 2 ottobre 2017 – Minacce, violenze fisiche e psicologiche, maltrattamenti continui, anche durante il periodo di gravidanza: questo è quanto ha denunciato ai Carabinieri una donna di Siracusa, di 35 anni che, proprio ieri, a seguito di un’ulteriore aggressione è stata costretta a ricorrere alle cure mediche per trauma cranico  ed escoriazioni diffuse. L’ennesimo episodio di violenza si è verificato, stante al contenuto della denuncia, difronte ai figli piccoli che spaventati ed in lacrime si erano chiusi in un’altra stanza. L’episodio di ieri sarebbe scaturito per una discussione per motivi banalissimi a seguito della quale l’uomo avrebbe perso il controllo percuotendo la vittima a colpi di scarpe e violenti schiaffi. L’uomo, 40enne siracusano, è stato arrestato dai Carabinieri per maltrattamenti in famiglia e lesioni. La donna, insieme ai bimbi, è stata allontanata dall’abitazione.

 NOTO (SR). CONTROLLI DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI NOTO: 7 PERSONE DEFERITE ALL’A.G..

    Noto, 2 ottobre 2017 – Nel corso del fine settimana appena trascorso i Carabinieri della Compagnia di Noto hanno posto in essere un articolato servizio di controllo del territorio nell’ambito del comune di Noto finalizzato alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada nonché al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti tra i più giovani, problematica per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei Carabinieri.

Nel corso dell’articolato servizio, coordinato dai Carabinieri delle locali Stazioni e svolto in collaborazione con i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, sono stati effettuati numerosi controlli al fine di verificare il rispetto delle norme che disciplinano la circolazione stradale ed eseguite una serie di mirate perquisizioni finalizzate alla ricerca di sostanze stupefacenti ed armi, al ritrovamento di oggetti provento di delitto ed al contrasto dei reati contro il patrimonio.

Particolarmente incisivi i controlli inerenti i furti di energia elettrica, nel corso dei quali 2 persone sono state deferite all’A.G. per furto aggravato: queste, bypassando il contatore elettrico, avevano realizzato un allaccio abusivo alle rete pubblica utilizzando una serie di prolunghe realizzate unendo artigianalmente dei cavi, mettendo a serio pericolo l’incolumità propria e degli altri abitanti della zona. Gli ulteriori controlli hanno permesso inoltre di deferire 3 persone per spaccio di sostanza stupefacente in concorso ed altre due persone in quanto, a seguito di perquisizione, sono stati trovati in possesso di coltelli a serramanico, il cui porto è vietato dalla legge. L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Noto rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dai cittadini. Pertanto, continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.

 ROSOLINI (SR): TENTA UNA RAPINA IN DANNO DI UNA PANINOTECA: ARRESTATO DAI CARABINIERI. 

Giuseppe Caruso

Giuseppe Caruso

Rosolini, 2 ottobre 2017 – Nel corso della scorsa notte, a Rosolini, i carabinieri della locale Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto Giuseppe Caruso, 54 anni, rosolinese già noto alle forze dell’ordine per i suoi numerosi precedenti di polizia. Nella tarda serata di ieri, infatti il Caruso, con la scusa di mangiare un panino si avvicinava verso una paninoteca ambulante posizionata nel cento del paese, per poi chiedere alla titolare, sotto minaccia di un coltello, di consegnargli l’incasso dell’intera giornata. Vista rifiutata l’ingiusta richiesta, solo l’intervento dei Carabinieri, già impegnati nel servizio di controllo del territorio del comune di Rosolini, ha scongiurato più gravi conseguenze. Caruso infatti, alla vista dei militari, ha deviato il suo obiettivo iniziando ad inveire nei confronti dei Carabinieri, tentando addirittura di colpirli. Disarmato ed ammanettato è stato accompagnato in caserma, dove è stato dichiarato in stato di arresto. Al termine delle formalità di rito il Caruso è stato tradotto presso la casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

AVOLA (SR).  TROVATO CON UN FUCILE IN CASA: ARRESTATO DAI CARABINIERI PER DETENZIONE ABUSIVA DI ARMI. 

  Rosolini, 2 ottobre 2017 - Nel corso della serata di ieri, domenica primo ottobre, i Carabinieri della Stazione di Avola hanno tratto in arresto C.P., 62 anni, in quanto a seguito di perquisizione è stato rinvenuto, all’interno della sua abitazione, un fucile e 8 cartucce non dichiarate. Immediato il sequestro dell’arma e dei colpi. I Carabinieri stanno ancora indagando per appurare come l’uomo possa essere venuto in possesso dell’arma, di cui non era autorizzato alla detenzione. Condotto in caserma, Michele  Brancato  è stato dichiarato in stato di arresto e, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Siracusa.

 MELILLI (SR). I CARABINIERI ARRESTANO UN TRENTASEIENNE MELILLESE PER UNA RAPINA PERPETRATA IN PROVINCIA DI TARANTO.    

Arrestato per rapina

Arrestato per rapina

 1-rapina-palagianello-15-lug3-rapina-palagianello-15-lugMelilli, 2 ottobre 2017 – Non era a Melilli il 15 luglio scorso ma in un supermercato di Palagianello (TA); non era neanche solo ma con un complice che lo aspettava in prossimità dell’esercizio commerciale “Doc”,  in sella al motorino e pronto per la fuga. A.A. 36 enne melillese è stato arrestato dai Carabinieri di Melilli domenica 1 ottobre presso la sua abitazione colpevole di aver indossato una calza che gli travisasse il volto, di aver impugnato un cutter e, dopo aver minacciato la cassiera, di aver trafugato dalla cassa 200 euro circa prima di darsi alla fuga sullo scooter guidato da un trentunenne della zona, denunciato in stato di libertà per lo stesso motivo. L’arresto è avvenuto in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Taranto a termine dell’attività investigativa svolta dai Carabinieri di Castellaneta (TA) che subito intervenuti, hanno acquisito le necessarie informazioni e svolto le attività per identificare gli autori, che sono stati immortalati anche dai sistemi di videosorveglianza pubblici e privati e grazie ai quali sono stati acquisiti ulteriori indizi a loro carico.  I carabinieri della Stazione di Melilli che hanno collaborato con i colleghi tarantini per l’identificazione del soggetto, hanno anche eseguito il provvedimento di misura cautelare, traendo in arresto il responsabile della rapina che poi hanno condotto presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa.

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16707

Leave a Comment


sette + = 14

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top