Lentini – Il risveglio del PD. Riaperta nuova sede mira al rilancio politico dichiarando opposione all’amministrazione Bosco Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_91347" align="alignleft" width="300"] Da sinistra: Maenza, Barretta e Ragazzi[/caption]  (Gregorio Valvo)Lentini, 29 aprile 2018 - Da qu [caption id="attachment_91347" align="alignleft" width="300"] Da sinistra: Maenza, Barretta e Ragazzi[/caption]  (Gregorio Valvo)Lentini, 29 aprile 2018 - Da qu Rating: 0
You Are Here: Home » EDITORIALE » Lentini – Il risveglio del PD. Riaperta nuova sede mira al rilancio politico dichiarando opposione all’amministrazione Bosco

Lentini – Il risveglio del PD. Riaperta nuova sede mira al rilancio politico dichiarando opposione all’amministrazione Bosco

Da sinistra: Maenza, Barretta e Ragazzi

Da sinistra: Maenza, Barretta e Ragazzi

 (Gregorio Valvo)Lentini, 29 aprile 2018Da quando il PD leontino ebbe a registrare il tracollo a favore del sindaco Saverio Bosco, non si sentiva più la sua presenza in città. Con un solo consigliere comunale eletto, di fatto, non era mai riuscito a distinguersi dalla maggioranza per totale assenza di interventi. Il sindaco in carica aveva sostanzialmente conquistato una stragrande maggioranza in aula, ben lungi da qualunque contesto politico  avulso da Facebook, tanto è bastato a fare sparire da Lentini la politica che scaturisce dal dialogo e dal confronto reale e non virtuale come oggi avviene. In aula  mancano personaggi di statura politica che, nel bene o nel male, avevano creato una sorta di eccellente nomea alla classe politica degli anni ’70, ’80, ’90, pertanto in aula non si decide sulla base di un necessario dibattito, bensì, per la forza aritmetica tutta a favore del sindaco, ottimo matematico con scarsa cognizione della politica. L’opposizione, meglio parlare di una sua parvenza, forse non stimolata dalla preparazione e dalla conoscenza delle tematiche, non è mai riuscita a brillare  per iniziative, dentro o fuori dall’aula. Quei ragazzi a 5 stelle che dovevano fare il mondo a quattro non sono riusciti neanche a comprendere che Lentini senza effervescenza politica non riesce a sopravvivere e uscire fuori dalla decadenza che ha preso il sopravvento. I partiti tradizionali non esistono più, solo anonime liste civiche a gestione padronale. In questo quadro leggere qualche parola del PD  e sapere che il partito si è dato una reggenza diventa un evento che lascia sperare in un vero cambio di stagione. Certamente in partito di Barretta, Maenza e Ragazzi non dispone di una rappresentanza in aula capace di interpretare gli umori della città e della politica, però non si può escludere che le cose possano cambiare. Negli ultimi anni anche a Lentini il Pd non ha mostrato il meglio della politica,  ma,  qualunque cosa in movimento è meglio dell’immobilismo che sta uccidendo l’intera collettività che si è rifugiata nell’effimero offerto dalla tecnologia della comunicazione virtuale. Bentornato PD, però adesso bisognerà  attendere per capire se, dopo avere distrutto, sarà in grado di costruire qualcosa a favore della rinascita politica della città.   

                                                                                                                                                                            IL COMUNICATO DEL PD

(CS)Lentini, 29 aprile 2018 –  Unanimi sono stati, ieri sera, venerdì 27 aprile, gli apprezzamenti per il concreto proposito di ricostruire a Lentini, per rilanciarne le prospettive politico-amministrative e organizzative, il ruolo del PD.

La riunione, da tempo auspicata, ha visto la partecipazione di numerosi dirigenti, iscritti e simpatizzanti, desiderosi di riaccreditare con spirito di responsabilità la presenza del partito all’interno della città. E questa invocazione è apparsa sentita e molto forte.

E’ vero che nel tempo è andato scemando, quasi come fenomeno fisiologico, il ruolo territoriale delle vecchie forze politiche, ma è anche vero che la democrazia corre il rischio di perdere l’autenticità della sua funzione quando viene meno il contatto con la realtà territoriale di riferimento.

Continuiamo ad essere convinti che non è sufficiente assicurare il collegamento con l’opinione pubblica e la società civile  attraverso la sola cosiddetta rete, perché resta fondamentale il rapporto personale e diretto con i cittadini e i loro legittimi bisogni sociali ed economici. E’ questo, quindi, l’orizzonte che il PD rigenerato e rimesso in campo vuole con chiarezza perseguire.

Tra gli spunti di riflessione emersi nel corso del dibattito, tre, in modo particolare, ci sono sembrati meritevoli di attenzione:

  1. Il PD vuole continuare ad essere, al di là dei passaggi politici più o meno contingenti, costante punto di riferimento per quanti si riconoscono in un progetto politico democratico e solidale;

2. con la riapertura, in città, della sede del PD, esso si ripropone, nel contesto di un rapporto vitale con il territorio, come strumento insostituibile di partecipazione politica e culturale, destinato ad incrementare le opportunità di confronto, di analisi e di approfondimento delle problematiche locali, regionali, nazionali e internazionali;

3. con le ultime elezioni comunali, l’elettorato lentinese ha relegato il PD, assieme a qualche altra forza politica, all’opposizione. E’ emersa quindi, con forza, l’esigenza di sottolineare, senza ambiguità alcuna, una netta linea di demarcazione politico-amministrativa rispetto alla maggioranza che governa la città, non potendosi condividere tanti discutibili atti compiuti dalla stessa. Per cui, pur escludendosi, al riguardo, ogni tipo di aprioristica, insensata e pregiudizievole aggressione a quest’ultima (non è questo il suo stile), il PD, anche, eventualmente, in sintonia con altri soggetti dell’opposizione, si preoccuperà di non lasciare nulla di intentato e di rilevare con la massima linearità e trasparenza i punti critici legati all’attività dell’amministrazione in carica.

Lentini, 28-04-2018

                                                                           La reggenza del PD:  Salvatore Barretta, Angelo Maenza, Santo Ragazzi.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16561

Comments (4)

  • pippo grasso

    Genovese, Barretta e Ragazzi, se ci siete fatevi sentire, magari con un pubblico dibattito.

  • pippo grasso

    Errata corrige: Pippo Grasso

  • pippo graso

    Ho chiesto se a Lentini esiste qualche “esperto” di politica per poter dare un parere o commentare la situazione politica locale, a questo punto, visto che nessuno commenta, devo dedurre che ci sono solo “Rozzala Baddi”, pronti solo a salire sul carro dei vincitori, magari accontentandosi di essere ospitati “no Rutuni” (rete messa sotto il carro), col rischio di sbattere la testa alla prima “Scaffa” (strada sconnessa)

  • pippo graso

    Non mi è chiaro con chi il PD dovrebbe fare opposizione all’amministrazione Bosco, forse sulla carta c’è qualche consigliere che siede sui banchi dell’opposizione, ma fino ad ORA non ho visto o ascoltato nessun intervento, anzi ha sempre votato a favore della maggioranza, come se fosse parte integrante della stessa. A questo punto mi sorge un dubbio e cioè forse sono io che non capisco nulla di politica oppure non sono aggiornato sulle sue evoluzioni per poterci capire qualcosa. PS: C’è qualche esperto che potrebbe dare spiegazioni in merito?

Leave a Comment


7 + otto =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top