Lentini, detenzione ai fini dello spaccio:21;enne denunciato; Siracusa: donna arrestata per furto in abitazione e scippo;Noto:due denunce per il reato di falso ideologico in concorso; Pachino:La Polizia rinviene due mezzi agricoli rubati;Avola:eseguita ordinanza di custodia cautelare per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e porto di armi o oggetti atti ad offendere. Reviewed by Momizat on . Lentini, 13 giugno 2018 - In data ieri, Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di P.S. di Lentini, hanno denunciato V.M. (21 anni), residen Lentini, 13 giugno 2018 - In data ieri, Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di P.S. di Lentini, hanno denunciato V.M. (21 anni), residen Rating: 0
You Are Here: Home » Articoli in evidenza » Lentini, detenzione ai fini dello spaccio:21;enne denunciato; Siracusa: donna arrestata per furto in abitazione e scippo;Noto:due denunce per il reato di falso ideologico in concorso; Pachino:La Polizia rinviene due mezzi agricoli rubati;Avola:eseguita ordinanza di custodia cautelare per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

Lentini, detenzione ai fini dello spaccio:21;enne denunciato; Siracusa: donna arrestata per furto in abitazione e scippo;Noto:due denunce per il reato di falso ideologico in concorso; Pachino:La Polizia rinviene due mezzi agricoli rubati;Avola:eseguita ordinanza di custodia cautelare per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

fotoLentini, 13 giugno 2018 – In data ieri, Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di P.S. di Lentini, hanno denunciato V.M. (21 anni), residente a Carlentini, per detenzione ai fini dello spaccio di droga.

Gli investigatori del Commissariato, nel corso di un predisposto servizio di polizia giudiziaria, finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope, procedeva a fermare un’auto eseguendo relativo controllo dell’occupante. Il denunciato, alla vista dei poliziotti mal celava un certo nervosismo e questi ultimi decidevano di effettuare una perquisizione che consentiva di rinvenire e sequestrare una busta di plastica contenente marijuana, dal peso complessivo di grammi 11 circa. Inoltre, un’ulteriore perquisizione effettuata nel garage dell’uomo consentiva di sequestrare altri 8,5 grammi della stessa sostanza stupefacente e due bilancini di precisione. Parte della droga era già divisa in dosi e contenuta all’ interno di involucri in alluminio.

Siracusa, 13 giugno 2018 – Agenti della Polizia di Stato, in servizio alle Volanti della Questura di Siracusa, hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Caltanissetta, nei confronti di Crescimone Veronica (29 anni) Siracusana. La donna deve scontare tre anni e sei mesi di reclusione per i reati di furto in abitazione e di furto con strappo commessi nel 2015.

Inoltre, nel pomeriggio di ieri, Agenti delle Volanti hanno denunciato un uomo per violazione della misura limitativa della libertà personale cui è sottoposto.

 

Noto, 13 giugno 2018 – Nella giornata di ieri, Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di P.S. di Noto hanno denunciato B.S. (54 anni) e B.F. (20 anni) entrambi di Noto, per il reato di falso ideologico in concorso.

Alle ore 18.30 del 30 maggio u.s., un equipaggio della volante di Noto interveniva in via Cavour ove, poco prima, un’autovettura impattava contro un palo collocato sulla strada. Gli Agenti, nutrendo seri dubi sulla dinamica raccontata dai due protagonisti, che cercavano di limitare le proprie responsabilità risarcitorie, esperivano ulteriori accertamenti, anche con l’ausilio di immagini estrapolate dalle telecamere di video sorveglianza, che dimostravano come l’autovettura condotta dalla ragazza, oltre a impattare sul palo, finiva la sua corsa investendo altri veicoli ivi parcheggiati.

 

Pachino, 13 giugno 2018 – Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di P.S. di Pachino, nel pomeriggio di ieri, a conclusione di un’attività investigativa, rinveniva due veicoli rubati in due distinti episodi, in danno di due imprenditori, rispettivamente di Scicli  e di Pachino.

In particolare: Il 5 giugno scorso un imprenditore denunciava il furto del proprio escavatore avvenuto nella nottata precedente in Contrada Scibini di Pachino, all’interno di un appezzamento di terreno presso cui stava effettuando dei lavori di movimento terra per conto di una azienda agricola in cui si sarebbero dovute istallare delle serre. Il furto cagionava un danno all’imprenditore di oltre 50.000,00 €, corrispondenti al valore del mezzo asportato. Le serrate ricerche effettuate nel vasto territorio, si concludevano nel pomeriggio di ieri, allorquando personale del Commissariato, dopo una vasta perlustrazione di alcune contrade di questo comprensorio, rinvenivano in Contrada Balatazza, all’interno di un casolare abbandonato, l’escavatore cingolato marca TAKEUCHI.

Analogamente, in data 30 aprile 2018 un altro imprenditore agricolo, denunciava il furto del proprio autocarro Iveco Daily, rubato all’interno della propria azienda agricola sita in Contrada Burgio di Noto. Nell’ambito della medesima attività info-investigativa, le ricerche davano l’esito sperato, infatti, nel pomeriggio di ieri, gli Agenti rinvenivano il suddetto autocarro nascosto all’interno del cortile di un altro casolare abbandonato in Contrada Burgio a qualche chilometro da dove era stato asportato.

I mezzi recuperati venivano immediatamente restituiti agli aventi diritto.
Il Commissariato di Pachino continuerà incessantemente anche l’attività di prevenzione volta al contrasto del fenomeno dei furti ai danni  di imprenditori agricoli locali.

 

Avola, 13 giugno 2018 – Nel pomeriggio di ieri, Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di P.S. di Avola, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Giuseppe Nastasi , (28 anni) di Avola per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

La misura cautelare è stata adottata dal G.I.P. del Tribunale di Siracusa, all’esito delle indagini svolte dagli investigatori del Commissariato in seguito alle denunce presentate dai familiari del Nastasi, genitori e fratello in particolare, ma anche dalle cugine, vessati da anni di molestie, violenze, minacce con l’uso di coltelli e forbici, danneggiamenti all’abitazione familiare ed a suppellettili e mobilio, oltre a frequenti, pesanti atteggiamenti intimidatori, spesso finalizzati all’elargizione di somme di denaro per l’acquisto di stupefacenti.

Tale situazione, oltre ad ingenerare nelle vittime un profondo stato di prostrazione psicologica e seri timori per la propria incolumità fisica, è degenerata, più volte, in gravi fatti addebitabili al Nastasi, come l’aggressione al padre, cui ha cagionato ferite lacero-contuse al sopracciglio colpendolo con una “testata”, o ancora l’incendio appiccato al portone di casa delle cugine, dove i genitori si erano rifugiati per sottrarsi alla sua violenza.

Il Nastasi è stato condotto nel carcere di Siracusa.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16707

Leave a Comment


nove + 5 =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top