Le tangenti “Stes” Reviewed by Momizat on . (Gregorio Valvo)Siracusa, 20 settembre 2016 - Questa volta Simona Princiotta e Pippo Zappulla hanno portato in conferenza stampa uno che passava tangenti all'ap (Gregorio Valvo)Siracusa, 20 settembre 2016 - Questa volta Simona Princiotta e Pippo Zappulla hanno portato in conferenza stampa uno che passava tangenti all'ap Rating: 0
You Are Here: Home » Video » Le tangenti “Stes”

Le tangenti “Stes”

(Gregorio Valvo)Siracusa, 20 settembre 2016 – Questa volta Simona Princiotta e Pippo Zappulla hanno portato in conferenza stampa uno che passava tangenti all’apparato amministrativo del Comune di Siracusa. E’ Francesco Abruzzo presidente della STES, una Cooperativa di Lsu che lavora dal 2000 per conto del Comune di Siracusa che ha trovato il coraggio di metterci la faccia e denunciare prima in Procura ( nell’agosto del 2015) e ora in conferenza stampa le anomalie sugli appalti che riguardavano il settore dei lavori pubblici ( sistemazione strade, semafori, punti luce e altro). A spingere alla denuncia i responsabili della Stes, da sempre avviluppata dal sistema vigente a Palazzo di Città, è stata la solita goccia che ha fatto traboccare il vaso. Sono stati esclusi da un appalto con un bando di gara condotto vistosamente in maniera irregolare. Il bando ( del poneva ai partecipanti l’obbligo di presentare le condizioni di possedere requisiti per 40 punti. La Stes dopo opportuna autodiagnosi stabiliva di non potere raggiungere quella soglia e, pertanto, si asteneva dal partecipare, così come tante altre nelle stesse condizioni. Una sola ditta presentava offerta, la SIRAM spa con sede a Milano, e si aggiudicava la gara. Si scopriva dopo che la vincitrice non poteva essere ammessa all’apertura dell’offerta perchè aveva un punteggio di 23 e non raggiungeva a 40 come previsto da chi aveva redatto il bando. Visto che nessun’altra impresa aveva partecipato la Stes non aveva neanche il titolo di ricorrere al Tar per bloccare la gara. Non restava che la via della giustizia ordinaria, ed ecco che scaturiva un ricorso scritto presentato in Procura e che dopo 14 mesi non ha potuto ancora esprimersi adottando provvedimenti. Nell’occasione della conferenza stampa l’imprenditore ha rivelato che nella sua denuncia alla magistratura ha rivelato di avere passato tangenti a dirigenti del Comune, attraverso l’imposizione di assunzioni per figli, parenti e amici. Ovviamente, non sono mancate anche le prestazioni di lavoro in case private e altre dazioni. Nella denuncia è stato fatto il nome dell’ingegner Natale Borgione, capo dell’UTC del Comune di Siracusa, che avrebbe fatto assumere la figlia che attualmente sarebbe in vertenza di lavoro con la stessa cooperativa. Altra singolarità che la magistratura dovrà accertare è quella che vedrebbe le stesse persone “assunte” dalla Stes essere passate nel libro matricola della impresa Siram spa, vincitrice della gara ritenuta anomala perchè non poteva essere aggiudicata. Un rompicapo che non tarderà ad essere svelato anche dai magistrati della Procura della Repubblica di Siracusa.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 14102

Leave a Comment


− 2 = quattro

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top