Francofonte. I carabinieri individuano piantagione di marijuana e arrestano arrestano i coltivatori;Rosolini. Deteneva droga in casa: 50 enne arrestato dai Carabinieri;Siracusa.Colombiano rapina cliente dopo aver consumato un rapporto sessuale a pagamento: I carabinieri lo arrestano;Augusta(Agnone Bagni): Donna arrestata per furto di energia elettrica Reviewed by Momizat on .  Francofonte, 12 luglio 2018 - I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Francofonte, grazie alla stretta collaborazione con i militari dello Squadrone Elipor  Francofonte, 12 luglio 2018 - I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Francofonte, grazie alla stretta collaborazione con i militari dello Squadrone Elipor Rating: 0
You Are Here: Home » Articoli in evidenza » Francofonte. I carabinieri individuano piantagione di marijuana e arrestano arrestano i coltivatori;Rosolini. Deteneva droga in casa: 50 enne arrestato dai Carabinieri;Siracusa.Colombiano rapina cliente dopo aver consumato un rapporto sessuale a pagamento: I carabinieri lo arrestano;Augusta(Agnone Bagni): Donna arrestata per furto di energia elettrica

Francofonte. I carabinieri individuano piantagione di marijuana e arrestano arrestano i coltivatori;Rosolini. Deteneva droga in casa: 50 enne arrestato dai Carabinieri;Siracusa.Colombiano rapina cliente dopo aver consumato un rapporto sessuale a pagamento: I carabinieri lo arrestano;Augusta(Agnone Bagni): Donna arrestata per furto di energia elettrica

piantagione Francofonte, 12 luglio 2018 - I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Francofonte, grazie alla stretta collaborazione con i militari dello Squadrone Eliportato Carabinieri “Cacciatori di Sicilia” e del 12° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Catania, riescono ad individuare un’estesa coltivazione di oltre 250 piante di marijuana, sorprendendo due pregiudicati di Francofonte, Giovanni Malia,61 anni anni, e Giovanni Alì, 62 anni, entrambi coniugati e braccianti agricoli, durante le operazioni di irrigazione della citata piantagione. I militari grazie al rastrellamento operato da parte dei Carabinieri dello Squadrone Eliportato a seguito del sorvolo precedentemente effettuato da personale del 12° Nucleo Elicotteri dei Carabinieri di Catania, su indicazione dei militari della Stazione Carabinieri di Francofonte, individuavano l’esatta posizione della coltivazione di canapa indiana, ubicata in quella contrada San Leo all’interno di un fondo coltivato ed in uso al MALLIA, cogliendo con le mani nel sacco i responsabili, procedendo al sequestro di tutta la piantagione ed all’arresto dei citati responsabili per il reato di produzione, traffico e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.   Gli arrestati, espletate le formalità di  rito, venivano tradotti presso i propri domicili per ivi rimanere agli arresti domiciliari così come disposto dall’A.G. di Siracusa.

 

conte-pietro-cl-1968

Pietro Conte

Rosolini, 12 luglio 2018 – Proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Noto finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio ed al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, problematica abbastanza diffusa sul territorio e per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei Carabinieri.

Nel corso del pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Rosolini hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente Pietro Conte, classe 50 anni. Nell’ambito della quotidiana attività info – investigativa sul territorio, i Carabinieri avevano infatti acquisito elementi tali da far ritenere che l’uomo potesse detenere e spacciare droga. Pertanto hanno proceduto a perquisizione alla quale, sin da subito, l’uomo si è mostrato particolarmente agitato ed insofferente nei confronti degli operanti. Al termine delle attività infatti i Carabinieri hanno rinvenuto nella sua disponibilità circa 2g. di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” nonché materiale per la pesatura e la somma contante di 90,00€ in banconote di piccolo taglio, ritenute dagli investigatori il provento dell’attività illecita. Al termine di tale atto l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e, al termine delle formalità di rito, tradotto presso la propria abitazione, in regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria aretusea.

I Carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione al territorio, organizzando periodicamente analoghi servizi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.

 

 

Il colombiano Osorio

Il colombiano Osorio

Siracusa, 12 luglio 2018 – Nell’arco della nottata, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Siracusa, sono intervenuti presso un’abitazione di via Trapani in soccorso di un commerciante floridiano 27enne, che dopo aver consumato un rapporto sessuale con un colombiano, all’atto del pagamento della prestazione sessuale ottenuta, gli è stato sottratto il portafogli contenente circa 1000 euro ed è stato violentemente spintonato fuori dall’appartamento.

Il responsabile della rapina, Osorio Urrea Juliana Andrea, disoccupato colombiano 28 anni, con precedenti di polizia, è stato immediatamente identificato e arrestato dai Carabinieri intervenuti sul posto. La perquisizione domiciliare eseguita contestualmente all’interno dell’abitazione del colombiano, ha consentito di recuperare la somma contante di 200 euro, restituita alla vittima.

Accompagnato presso i locali della Compagnia Carabinieri di Siracusa, per le incombenze di rito, l’arrestato è stato poi condotto presso il carcere “Cavadonna” così come disposto dall’Autorità Giudiziaria di Siracusa in attesa di rito direttissimo.

 

 

Augusta, 12 luglio 2018 – I militari del Posto Fisso di Agnone Bagni, durante un servizio di controllo del territorio preordinato dalla Compagnia di Augusta, hanno arrestato L.C., donna cinquantasettenne di Vizzini (CT), casalinga, censurata,  per  furto di energia elettrica. Nella fattispecie, attraverso la manomissione del proprio contatore della corrente elettrica, aveva realizzato un allaccio diretto alla rete elettrica pubblica per le esigenze della propria abitazione estiva. La donna, tratta in arresto per furto aggravato, dopo le formalità di rito, veniva rimessa in libertà come disposto dall’Autorità Giudiziaria aretusea.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16707

Leave a Comment


quattro + 1 =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top