Dentro e fuori il Palazzo Reviewed by Momizat on . (Gregorio Valvo) Siracusa, 22 novembre 2016 – L’attenzione politica è spostata sulle dimissioni condizionate al raggiungimento della maggioranza più uno dei con (Gregorio Valvo) Siracusa, 22 novembre 2016 – L’attenzione politica è spostata sulle dimissioni condizionate al raggiungimento della maggioranza più uno dei con Rating: 0
You Are Here: Home » Video » Dentro e fuori il Palazzo

Dentro e fuori il Palazzo

(Gregorio Valvo) Siracusa, 22 novembre 2016 – L’attenzione politica è spostata sulle dimissioni condizionate al raggiungimento della maggioranza più uno dei consiglieri comunali aretusei. Nel primo giorno sarebbe state raccolte le dimissioni di 8 consiglieri di opposizione, i loro nomi non sorprenderebbero nessuno perché si tratta di elementi schierati da sempre contro l’amministrazione. Però, questa è un novità, in maniera disattesa anche un consigliere vicino alla maggioranza del sindaco Garozzo ha deciso di dimettersi sorprendendo gli altri. Si tratta del consigliere Gaetano Bottaro unico eletto nella lista di Edy Bandiera. Ma la giornata si è conclusa con un consiglio comunale di fuoco partecipato da siracusani in protesta gridata dentro e fuori dall’aula. Una folla di circa 200 persone autoconvocati con Facebook si era data appuntamento in piazza Duomo per gridare al sindaco Giancarlo Garozzo (assente nella seduta calda) e ai suoi sostenitori di “andare a casa” ponendo fine alla “Vergogna inflitta alla Città”. Il presidente del Consiglio Comunale, Santino Armaro ha dovuto mettersi alla prova su come si gestisce l’aula davanti ad una grande criticità. Armaro è riuscito a contenere la protesta senza soffocarla del tutto, come molti consiglieri chiedevano. Anche se la folla presente in aula composta da circa 50 persone si esprimeva con toni alquanto esagerati, richiedendo a volte l’intervento moderato delle forze dell’ordine presenti, la protesta non è mai trascesa rimanendo nell’alveo della normalità. Il presidente del consiglio comunale aveva ordinato che la folla rimanesse sotto il Palazzo, limitando le presenze al quarto piano del Vermexio ai soli posti a sedere e anche ad una decina in più: “ sono i vigili del fuoco che lo stabiliscono” asseriva Armaro sollevando le proteste della consigliera Simona Princiotta che pretendeva la relazione dei pompieri tirata in ballo. Ma chiaramente l’aula non avrebbe mai potuto contenere tutta la folla rimasta sotto il porto presidiato da vigili urbani, poliziotti e carabinieri. Prima di passare ai lavori veri e propri del consesso civico si sono verificati scontri verbali di ogni genere tra consiglieri comunali presenti. Uomini e donne del pubblico si sono travati ad applaudire i loro eroi, ossia, i consiglieri che chiedevano lo scioglimento del consiglio comunale, le dimissioni del sindaco e dei suoi sostenitori. I consiglieri vicini alla maggioranza – ad accezione dei consiglieri Fortunato Minimo e Gaetano Firenze e Alberto Palestro – avevano saggiamente scelto di non “sfidare” la protestava. Il consigliere Alberto Palestro è intervenuto richiamandosi alla sua vicenda giudiziaria e alla sua accusatrice, Princiotta, che non si è risparmiata nel controbattere su ogni fronte. Bersaglio principale della consigliera che attirava gli applausi della folla vociante era ripetutamente il presidente Armaro. Anche il consigliere Firenze non si è risparmiato nel “duettare” animatamente con la Princiotta ormai sua acerrima avversaria. Il consigliere Elio Di Lorenzo ha ch9iesto al presidente di fare intervenire un rappresentante della gente in protesta, proposta ovviamente rifiutata dalla presidenza. Infine, dopo due ore, la folla si placava e si allontanava dall’aula consentendo di passare ai punti che si dovevano affrontare secondo l’ordine del giorno. Chiunque si trovasse in aula, a qualunque titolo, non poteva che lasciarsi scappare la contrarietà verso quello spettacolo non degno per una sede istituzionale che dovrebbe rappresentare la città. In aula c’era anche una telecamera dell’emittente nazionale “La7” che riprendeva le diverse fasi della serata e realizzava interviste da mostrare mercoledì, probabilmente, nel programma mattutino “l’Aria che Tira”. Insomma, lo spettacolo continua, anche se “Le Iene” pare abbiano preso un giro di riposo e stasera non presenteranno la seconda parte promessa della loro inchiesta.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 14522

Leave a Comment


8 − quattro =

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top