Carlentini – “Primere”: L’app gratuita per combattere i crimini. Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_91936" align="alignleft" width="300"] Salvatore Giuffrida, presidente dell'antiracket di Lentini e Carlentini[/caption] (cs)Carlentini 2 [caption id="attachment_91936" align="alignleft" width="300"] Salvatore Giuffrida, presidente dell'antiracket di Lentini e Carlentini[/caption] (cs)Carlentini 2 Rating: 0
You Are Here: Home » SOCIETA' » Carlentini – “Primere”: L’app gratuita per combattere i crimini.

Carlentini – “Primere”: L’app gratuita per combattere i crimini.

Salvatore Giuffrida, presidente dell'antiracket di Lentini e Carlentini

Salvatore Giuffrida, presidente dell’antiracket di Lentini e Carlentini

(cs)Carlentini 25 maggio2018 -Un incontro nell’Istituto Tecnico Industriale Pier Luigi Nervi di Carlentini per presentare l’App “Primere”, il programma scaricabile gratuitamente da Internet, che consente, con la semplice pressione di un tasto sullo smartphone, di segnalare istantaneamente alle forze di polizia la consumazione di un crimine o condizioni di allarme e permette un loro più rapido intervento rispetto alle modalità tradizionali. Salvatore Giuffrida, presidente dell’Apilc, l’associazione antiracket di Lentini e Carlentini, ha illustrato agli studenti dell’Istituto le caratteristiche innovative di questo strumento che rende il cittadino protagonista nella salvaguardia della legalità. Il progetto, sviluppato dall’avvocato palermitano Alessio Di Dio è sostenuto dall’associazione Libero Futuro e dalla Federazione Rete No Mafie, nell’ambito di un più ampio programma di coinvolgimento della gente comune per realizzare condizioni di maggiore sicurezza nelle nostre comunità. Sono già diverse decine le iniziative pubbliche nella quali è stata presentata l’App Primere e altre ne seguiranno altre.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16753

Leave a Comment


sette + = 11

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top