Augusta – l’Inps sospende la chiusura dell’Agenzia, sollievo generale ma inviti a non abbassare la guardia. Tripoli: molti si prendono meriti che non hanno Reviewed by Momizat on . [caption id="attachment_86126" align="alignleft" width="300"] Protesta sindacale per mantenere la sede Inps[/caption] (Massimo Ciccarello) Augusta, 16 novembre [caption id="attachment_86126" align="alignleft" width="300"] Protesta sindacale per mantenere la sede Inps[/caption] (Massimo Ciccarello) Augusta, 16 novembre Rating: 0
You Are Here: Home » Augusta in pagina » Augusta – l’Inps sospende la chiusura dell’Agenzia, sollievo generale ma inviti a non abbassare la guardia. Tripoli: molti si prendono meriti che non hanno

Augusta – l’Inps sospende la chiusura dell’Agenzia, sollievo generale ma inviti a non abbassare la guardia. Tripoli: molti si prendono meriti che non hanno

Protesta sindacale per mantenere la sede Inps

Protesta sindacale per mantenere la sede Inps

(Massimo Ciccarello) Augusta, 16 novembre 2017 – Fra sospiri di “sollievo”, e corsa a metterci sopra un cappello, si allontanata il pericolo di chiusura per l’agenzia Inps di Augusta. La direzione Organizzazione e Sistemi informativi dell’ente previdenziale, il 10 novembre, ha comunicato alle sedi periferiche che “è sospeso il necessario processo istruttorio” per le programmate soppressioni o trasformazioni in punto informazione. Una decisione presa “in considerazione del prossimo esame da parte degli organi del nuovo regolamento sul decentramento territoriale”.

In sostanza il rischio è stato allontanato nel tempo (fino a dopo le elezioni politiche?), ma non è cessato. Lo fa notare un comunicato congiunto dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil. Roberto Alosi, Paolo Sanzaro e Stefano Munafò, avvertono che “bisogna restare vigili, perché nel prossimo riesame del nuovo regolamento l’Inps mantenga la propria presenza ad Augusta”. Anche il segretario della Camera del lavoro, Lorena Crisci, “si augura che in futuro non si ripresenti lo stesso problema e che si trovi una soluzione idonea al territorio e alla cittadinanza, la quale si vede già pesantemente penalizzata da scelte politiche che hanno man mano tolto strutture e servizi”.

Giancarlo Triberio ricorda “all’amministrazione comunale che si tratta di uno stop temporaneo per ragioni organizzative dell’Ente, e non di una retromarcia su una scelta scellerata. Il Comune non deve assolutamente farsi trovare impreparato se il rischio chiusura dovesse ripresentarsi”. Il consigliere Mdp invita “pertanto a provvedere per tempo a programmare a tutti quegli atti propedeutici, che dovessero eventualmente rendersi necessari per mantenere l’Agenzia di Augusta”.

Sulla vicenda, infatti, pesa la posizione assunta dalla sindaca Cettina Di Pietro, che a una interrogazione consiliare aveva risposto omettendo il contenuto di una missiva dell’Inps spedita a fine maggio. Nella quale la direzione chiedeva un incontro per discutere di locali comunali dove spostare l’ufficio augustano, per salvarne la piena permanenza operativa. E allo stesso tempo risparmiare sugli affitti, il cui costo da tagliare era all’origine del piano di ridimensionamento regionale. Stanze che il Comune aveva però detto di non avere secondo le caratteristiche richieste, già a fine 2015. Ma senza proseguire poi a sondare la possibilità di una soluzione più “ridimensionata”, una volta scoppiato il caso della chiusura, che contemperasse le esigenze dell’Ente con le disponibilità del municipio.

Per questo, a differenza del collega “propositivo”, Alessandro Tripoli invece è più caustico verso l’amministrazione 5 Stelle. “Sono pertanto certo – scrive il consigliere, che aveva scoperto l’omissione della sindaca sul report fatto in aula – che nel pieno stile di rinnovamento politico, a prendersi i meriti saranno in molti ma non di certo quelli che davvero hanno lavorato per evitare l’ennesimo sopruso nei confronti dei cittadini augustani. Varrà sempre la regola che, ‘Passo dopo passo’, le cose buone sono merito nostro, quelle cattive, invece, colpa di tutto il resto del mondo!”.

 COMUNICATO STAMPA – CGIL-CISL-UIL 

(Cgil, Cisl, Uil) Siracusa, 16 novembre 2017 – «Un atto responsabile e di grande rispetto per un territorio già vittima di troppi scippi e dismissioni.»  Questo il commento dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Roberto Alosi, Paolo Sanzaro e Stefano Munafò, alla notizia della sospensione della chiusura dell’agenzia INPS di Augusta.

«Non ci siamo mai rassegnati a questa ipotesi calata dall’alto – hanno detto i segretari – Ci siamo spesi in tutti i modi e a tutti i livelli per scongiurare una scelta irresponsabile in un territorio vasto che non coinvolge soltanto il comune di Augusta.

La decisione della direzione centrale organizzazione e sistemi informativi dell’istituto accoglie quanto noi abbiamo sostenuto in questi mesi insieme alle categorie maggiormente interessate, quelle dei Pensionati e della Funzione Pubblica. Ora non bisogna abbassare la guardia.»

Sull’agenzia INPS di Augusta, che serve anche i comuni vicini, forte è l’impegno di tutte le categorie sindacali. Pensionati, con Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp Uil, e Pubblico impiego, con Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Pa, hanno manifestato davanti alla sede megarese e portato le varie istanze ai tavoli palermitani.

«Ora – dichiarano, insieme, i segretari di categoria – bisogna restare vigili perché nel prossimo riesame degli organi del nuovo regolamento sul decentramento territoriale dell’istituto, l’INPS mantenga la propria presenza ad Augusta. Solo in questo modo si potrà garantire un servizio indispensabile per le migliaia di pensionati, lavoratori e le loro famiglie.»

NOTA STAMPA  CAMERA DEL LAVORO AUGUSTA 

(CS) Una nota del 10 novembre scorso del dottor Vincenzo D’Amato direttore centrale organizzazione e sistemi informativi dell’INPS chiarisce che la trasformazione delle Agenzie in punti o la chiusura delle agenzie sono sospese in attesa del prossimo riesame degli organi del nuovo regolamento sul decentramento territoriale dell’Istituto. Alla luce della citata comunicazione si evince quindi che l’agenzia di Augusta rimane attiva. Questa notizia viene presa con viva soddisfazione dal segretario della Camera del Lavoro CGIL di Augusta Lorena Crisci nonché da tutta la CGIL Siracusana, che in passato era stata protagonista di un sit-in di protesta per la paventata chiusura e di incontri con la Direzione provinciale. Il segretario Lorena Crisci si augura che in futuro non si ripresenti lo stesso problema e che si trovi una soluzione idonea al territorio e alla cittadinanza tutta, la quale si vede già pesantemente penalizzata da scelte politiche che hanno man mano tolto strutture e servizi.

COMUNICATO STAMPA  TRIBERIO, MDP: BENE LO STOP A CHIUSURA INPS MA NON ABBASSARE LA GUARDIA

 (*CS)Mi unisco al sollievo del sindacato per la sospensione del piano di chiusura delle agenzie Inps, fra cui quella di Augusta. Il pericolo che la città perdesse anche questo importante presidio dei servizi statali si è allontanato, ma non è cessato. Ricordo all’amministrazione comunale che si tratta di uno stop temporaneo per ragioni organizzative dell’Ente previdenziale e non di una retromarcia su una scelta scellerata. Il Comune non deve assolutamente abbassare la guardia, nè farsi trovare impreparato se il rischio chiusura dovesse ripresentarsi. Invito pertanto l’amministrazione comunale a provvedere per tempo a programmare a tutti quegli atti propedeutici che dovessero eventualmente rendersi necessari per mantenere l’Agenzia Inps di Augusta.

*Giancarlo Triberio consigliere comunale Art. 1-Mdp Augusta

Comunicato su richiesta chiusura /trasformazione di agenzie in punti INPS Alessandro Tripoli Consigliere Comunale Augusta

(CS) Se da un lato le indiscrezioni che circolano in città, relative alla “scomparsa del porto di Augusta dall’elenco dei progetti da finanziare nell’ambito del Pon 2014/2020″, non abbiano avuto né conferme né smentite sulla loro veridicità se non la certezza di addossare le colpe agli altri, quelle che invece circolano nelle ultime ore, relative al mantenimento dell’agenzia INPS ad Augusta, pare avrà presto una conferma.

Se tale notizia dovesse esser vera, non posso che ringraziare le organizzazioni sindacali, che unitariamente alla preziosa collaborazione di sua Eccellenza il Prefetto Dott. Castaldo, hanno scongiurato l’ennesimo scippo o abuso perpetrato nei confronti della nostra città. Sono pertanto certo che, nel pieno stile di rinnovamento politico, a prendersi i meriti saranno in molti ma non di certo quelli che davvero hanno lavorato per evitare l’ennesimo sopruso nei confronti dei cittadini augustani. Varrà sempre la regola che, “Passo dopo passo”, le cose buone sono merito nostro, quelle cattive, invece, colpa di tutto il resto del mondo!

 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15610

Leave a Comment


cinque + = 11

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top