Augusta – FdI a trazione augustana: Forestiere piazza Napoli come commissario “a tempo”. Intanto il gotha di Forza Italia si convoca a Villa dei Cesari per stoppare Cannata Reviewed by Momizat on .   [caption id="attachment_87717" align="alignleft" width="300"] FDI: Pietro Forestiere, Sandro Pappalardo, Peppe Napoli.[/caption] (Massimo Ciccarello) Aug   [caption id="attachment_87717" align="alignleft" width="300"] FDI: Pietro Forestiere, Sandro Pappalardo, Peppe Napoli.[/caption] (Massimo Ciccarello) Aug Rating: 0
You Are Here: Home » Politica1 » Augusta – FdI a trazione augustana: Forestiere piazza Napoli come commissario “a tempo”. Intanto il gotha di Forza Italia si convoca a Villa dei Cesari per stoppare Cannata

Augusta – FdI a trazione augustana: Forestiere piazza Napoli come commissario “a tempo”. Intanto il gotha di Forza Italia si convoca a Villa dei Cesari per stoppare Cannata

 

Pietro Forestiere, Sandro Pappalardo, Peppe Napoli.

FDI: Pietro Forestiere, Sandro Pappalardo, Peppe Napoli.

(Massimo Ciccarello) Augusta, 6 gennaio 2018 – C’è un partito in cui è un augustano, una volta tanto, a dettare la linea in provincia. Si tratta di Fratelli D’Italia, che ha cambiato al volo il suo portavoce provinciale quando è diventata incompatibile la sua coabitazione con Pietro Forestiere. L’avvocato siracusano Peppe Napoli ha infatti preso il posto di Alessandro Spadaro, che ha lasciato la formazione di Giorgia Meloni non senza una punta di polemica.

L’ex portavoce, tuttavia, ha avuto appena il tempo di spiegare che mollava un gruppo che consente a chiunque di sentirsi dirigente pro domo sua, frenando la crescita per motivi personali dettati da invidie e gelosie”. Perché a tamburo battente è arrivato il comunicato della Federazione col nome del sostituto. Il documento fra l’altro, secondo lo stile inaugurato dai grillini augustani di Palazzo, derubrica quella imbarazzante rinuncia a “motivi personali”.

Spadaro ha mollato perdedicarsi serenamente e liberamente alle prossime elezioni amministrative del capoluogo, con l’augurio di essere utile e poter contribuire alla vittoria di una coalizione che rappresenti il centro destra e il governo regionale”. In pratica, resta politicamente nei paraggi. Mentre il successore Napoli arriva per seguire un solco che gli è già stato tracciato. Lo rivela il coordinatore regionale, Manlio Messina: “Sono certo che, assistito dall’esperienza di Pietro Forestiere e da tanti dirigenti e militanti, potrà rilanciare l’azione politica della destra siracusana”.

Sembra un richiamo non casuale quello al 34 enne editore augustano, che il mese scorso è stato riconfermato nell’Assemblea nazionale. Sono infatti una decina appena i siciliani nel parlamentino di FdI, e l’unico siracusano è il figlio d’arte dell’ex deputato Puccio. Secondo indiscrezioni, sarebbe proprio con questo giovane dirigente che Spadaro ha avuto le divergenze maggiori. Due visioni, una inclusiva e l’altra più esclusiva, che hanno coabitato fino a quando sono stati “anni di trincea”.

Con la vittoria del governatore Nello Musumeci, e la promozione ad assessore regionale di Sandro Pappalardo, i fragili equilibri fra i “Fratelli” si sono spezzati. Forestiere junior ha accentuato la sua leadership, Spadaro ha tolto le tende e Napoli è arrivato a tappare il buco. La sua nomina a “commissario”, e non più come portavoce, indica chiaramente che si tratta di un incarico a tempo. La scadenza sarà probabilmente dettata dall’accordo con qualche altra forza siracusana dalle posizioni affini, nell’ottica “inclusiva” prevalsa in FdI.

All’orizzonte non ci sono soltanto le politiche, ma anche le comunali a Siracusa e le provinciali. Sono appuntamenti dove si cerca di replicare la coalizione che ha vinto le regionali. E che pure ad Augusta sta tentando di trovare una casa comune al centrodestra. FdI è attiva a mettere insieme un programma con l’Udc di Costanza Castello, che in città ha avuto insospettati appoggi trasversali. Un progetto che si vuole condiviso anche con Popolari e autonomisti, rappresentati da Salvo Madonia.

L’ultima carta del poker per battere il jolly 5 Stelle è ovviamente Forza Italia. Senonché la ventata delle regionali sta sollevando il polverone più alto proprio fra i forzisti. Rossana Cannata è piombata sui birilli della scena cittadina – e non solo – come una palla da bowling. Nella sua prima apparizione augustana da deputata regionale, il 5 gennaio, ha ignorato circolo e dirigenti FI, andando dritta a “benedire” la federazione #perAugusta che lavora sulla sindacatura Peppe Di Mare.

Il nervosismo fra i berlusconiani è salito alle stelle. La risposta, in stile Arcore, non s’è fatta attendere. Il 7 gennaio lo stato maggiore si ritrova a Villa Dei Cesari, l’hotel-roccaforte dell’ex consigliere provinciale Paolo Amato. Sono annunciati l’assessore regionale Edy Bandiera, il senatore Bruno Alicata, il sindaco di Melilli Giuseppe Carta, coordinatore per la zona Nord. E tanti altri pezzi di ceto politico che si erano sparpagliati, e ora sono sulla via di Damasco. La convocazione ufficiale parla di “ringraziamento agli elettori”, senza un programma preciso. Ma più che una serata di brindisi e buffet, sembra un’esibizione di culturismo politico.

 COMUNICATO  – Siracusa, Fratelli d’Italia si riorganizza con Napoli commissario provinciale. Forestiere eletto nell’assemblea nazionale.

(CS)Siracusa, 5 gennaio 2018 – In vista delle ormai imminenti elezioni politiche, in programma il prossimo 4 marzo, il partito guidato da Giorgia Meloni si riorganizza nella provincia di Siracusa. E’ stato nominato commissario provinciale Peppe Napoli, avvocato siracusano di 50 anni, che succede ad Alessandro Spadaro, il quale ha rassegnato le dimissioni nei giorni scorsi per motivi personali.

La nomina arriva dal neo coordinatore regionale del partito, Manlio Messina, consigliere comunale a Catania, chiamato a proseguire il proficuo operato di Sandro Pappalardo, entrato nella giunta Musumeci con le deleghe a Turismo, Sport e Spettacolo. Contestualmente, si rende noto che Pietro Forestiere, editore augustano di 34 anni, è stato eletto al recente congresso nazionale tenuto a Trieste nell’assemblea nazionale di Fratelli d’Italia, unico siracusano. Si tratta di una riconferma.

Manlio Messina, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, dichiara: “Sono certo che Peppe Napoli, assistito dall’esperienza di Pietro Forestiere e da tanti dirigenti e militanti già al lavoro in provincia, potrà rilanciare l’azione politica della destra siracusana. Siracusa è fondamentale nel progetto politico di Fratelli d’Italia, come lo è nel programma del nuovo esecutivo di Nello Musumeci e dell’assessorato del nostro Sandro Pappalardo, sui quali ripongono grandi aspettative tutti i Siciliani. Fratelli d’Italia è un movimento aperto, a tutti i cittadini che condividono i nostri valori e la nostra idea per la necessaria inversione di rotta, in corso a Palermo e, auspichiamo, prossimamente anche a Roma”.

Queste le prime parole di Peppe Napoli, neo commissario provinciale del partito: “Sono onorato del ruolo che mi è stato affidato e ne sento tutta la responsabilità. Sono certo, nonostante il breve tempo e grazie al coinvolgimento delle comunità di Fratelli d’Italia, che saremo pronti ad affrontare le prossime scadenze elettorali, grazie anche a tutte quelle nuove realtà, dal capoluogo ai comuni della provincia, che vedono in Giorgia Meloni una leader autorevole e credibile per raccogliere le prossime sfide per il Paese”.

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 15833

Leave a Comment


× 5 = venti

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl

Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top