Augusta – Ancora guai giudiziari per la GESPI srl: La GdF sequestra preventivamente 1,6 milioni all’amministratore che evadeva il fisco. Reviewed by Momizat on . AUGUSTA: LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA BENI AD UN IMPRENDITORE   [caption id="attachment_87206" align="alignleft" width="800"] Impianti della GE.S.P.I.  srl[/ AUGUSTA: LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA BENI AD UN IMPRENDITORE   [caption id="attachment_87206" align="alignleft" width="800"] Impianti della GE.S.P.I.  srl[/ Rating: 0
You Are Here: Home » Cronaca » Augusta – Ancora guai giudiziari per la GESPI srl: La GdF sequestra preventivamente 1,6 milioni all’amministratore che evadeva il fisco.

Augusta – Ancora guai giudiziari per la GESPI srl: La GdF sequestra preventivamente 1,6 milioni all’amministratore che evadeva il fisco.

AUGUSTA: LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA BENI AD UN IMPRENDITORE  

Impianti della GESPI srl

Impianti della GE.S.P.I.  srl

Augusta, 19 dicembre 2017 –  La Guardia di Finanza di Siracusa, nell’ambito dei servizi demandati al Corpo volti al contrasto all’elusione e all’evasione fiscale nel settore delle imposte dirette, indirette e degli altri tributi, ha eseguito un provvedimento di “Sequestro preventivo” per un importo pari ad € 1.654.362,73 nei confronti della GE.S.P.I.  s.r.l. e del suo rappresentante legale A.G. Il  provvedimento dell’Autorità giudiziaria è stato eseguito in data 18.12.2017.

I finanzieri della Compagnia di Augusta hanno eseguito una complessa ed articolata attività di polizia economico-finanziaria nei confronti della società GE.S.P.I. s.r.l., operante nel delicatissimo settore dell’energia, smaltimento rifiuti e servizi portuali che, come è noto, è uno dei settori economici più a forte rischio di evasione fiscale.  

L’attività di servizio si è incentrata sull’esame della documentazione contabile ed extracontabile della società che ha permesso di accertare l’omesso versamento di I.V.A. per gli anni d’imposta 2013 e 2014 ed, in conseguenza di ciò, su mirati accertamenti patrimoniali volti a ricostruire le effettive disponibilità finanziarie ed il patrimonio dei soggetti giuridici e delle persone fisiche coinvolte.  

A tale scopo sono state oggetto di approfondito controllo tutte le operazione transitate nei registri I.V.A. e confluite nelle liquidazioni periodiche mensili con quelli riportati nelle dichiarazioni annuali. Gli esiti sono stati ulteriormente raffrontati con i dati riportati nel quadro VL delle dichiarazioni annuali e con le banche dati in uso al Corpo.  

Tali riscontri effettuati hanno consentito alle Fiamme Gialle di quantificare il reale danno nei confronti dell’Erario in € 1.654.362,73derivante dalla sommatoria dell’omesso versamento I.V.A. pari ad € 815.619,00 per l’anno 2013 ed € 838.743,73 per l’anno 2014.  

Per tali violazioni il rappresentante legale della società – A.G. di Augusta – è stato deferito alla Procura della Repubblica di Siracusa per la violazione previste e punite dall’art. 10 ter del D.lgs. 74/2000.  

Le attività delle Fiamme Gialle megaresi, coordinate dal Procuratore Capo della Repubblica, dott. Francesco Paolo Giordano, e dirette dal Sostituto Procuratore, dott. Vincenzo Nitti, hanno consentito di avanzare la richiesta e di ottenere dal G.I.P. del Tribunale di Siracusa, Dott. Andrea Migneco, un provvedimento cautelare nella forma del “Sequestro preventivo” anche per equivalente riguardante numerosi conti correnti bancari, beni immobili e mobili registrati e quote societarie fino alla concorrenza di € 1.654.362,73. Da notare che non  è la prima volta che la società oggi  indagata viene a trovarsi in guai giudiziari. 

 

Condividi questo articolo nei tuoi social network

About The Author

Number of Entries : 16804

Leave a Comment


− 1 = tre

© 2013 Web Design and Develop by MediaX srl


Quotidiano LaNota7.it is Spam proof, with hiddy
Scroll to top